sabato , 5 dicembre 2020
Home / Campionato / Sassuolo-Napoli 2-2: imbattuti contro i partenopei, lo schiaffone non è arrivato
foto:repubblica.it

Sassuolo-Napoli 2-2: imbattuti contro i partenopei, lo schiaffone non è arrivato

Le premesse non erano delle migliori. Da un lato c’era una delle squadre in miglior forma del campionato, decisa ad acciuffare il secondo posto e la qualificazione diretta in Champions League, con il miglior attacco della serie A e la regola dei tre gol che imperversava nelle ultime partite. Dall’altro lato una squadra che non perdeva da due gare pur avendo vissuto un brutto periodo negativo, in ripresa senz’altro ma priva di qualche uomo fondamentale, che quest’anno ha sofferto tanto per penuria di risultati. Terza in classifica contro quattordicesima. I bookmakers non avevano dubbi e i tifosi partenopei, giunti copiosi al Mapei, nemmeno.

Eppure non è stata la goleada che in tanti si immaginavano. Sassuolo-Napoli ha riproposto le scene dell’andata con qualche gustoso extra. I neroverdi si sono presi un pareggio importante contro una squadra importante.

Due a due. Nonostante tre legni del Napoli (e, a onor del vero, un mancato rigore per gli avversari). Partita studiata da Di Francesco nei minimi particolari perché, aveva detto alla vigilia, “se subiamo il loro gioco prendiamo uno schiaffone”. E, dopo un primo tempo passato ad intercettare il bel gioco partenopeo, lo schiaffone è arrivato con uno schema classico. Mertens di testa, bruciando i difensori neroverdi.

Leggi anche > LE PAGELLE DI SASSUOLO-NAPOLI: UN PUNTO GUADAGNATO

foto:repubblica.it
foto:repubblica.it

Ma lo schiaffone vero lo ha subito proprio la squadra azzurra, quando Hamsik ha messo sui piedi di Berardi un retropassaggio-assist di testa. Niente da fare per Reina, Mimmo torna a colpire su azione dopo il rigore segnato alla Lazio. Non succedeva dal 28 agosto, da quella maledetta partita poi persa a tavolino contro il Pescara.

Invece di accontentarsi del risultato, Mazzitelli riesce addirittura a mettere dentro la rete del 2-1, dimostrando che il Sassuolo, quando gioca come sa, non è secondo a nessuno. A quel punto Sarri ha inserito Milik che ha subito fissato il risultato sul 2-2. Fosse entrato prima, avremmo visto una partita diversa.

Si complica la corsa al secondo posto del Napoli, se la Roma stasera dovesse vincere a Pescara. E sono partite una serie di recriminazioni sia da parte di Sarri che da parte di certe frange della tifoseria poco avvezze alla sportività. Come quelli che si sono scordati del tributo del San Paolo a Cannavaro, lo scorso novembre, e che hanno contestato il difensore neroverde per aver “giocato bene” contro la sua squadra del cuore.

Ma guardiamo al sacco mezzo pieno e al terzo risultato utile consecutivo da parte dei neroverdi. La prossima sfida sarà ad Empoli in trasferta, contro una squadra che cerca punti-salvezza per tenere a distanza il Crotone macina punti delle ultime giornate. I toscani non sono il Napoli, ma ieri a Milano hanno dimostrato di non temere rivali. Di Francesco e i suoi ragazzi ci saranno, per chiudere il campionato nella maniera più onorevole possibile.

Leggi anche > POST SASSUOLO-NAPOLI, DI FRANCESCO: “IMPOSSIBILE NON CONCEDERE NULLA”

fonte: repubblica.it
fonte: repubblica.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

sassuolo roma precedenti

Serie A, le probabili formazioni di Roma-Sassuolo: neroverdi ancora senza Caputo

La 10^ giornata del campionato di Serie A vede il Sassuolo fare visita alla Roma …