giovedì , 13 maggio 2021
Home / Campionato / Sassuolo-Atalanta, De Zerbi: “Andremo a giocarcela. Futuro? Lo dirò io quando sarà il momento”
De Zerbi sassuolo-atalanta
fonte: sassuolocalcio.it

Sassuolo-Atalanta, De Zerbi: “Andremo a giocarcela. Futuro? Lo dirò io quando sarà il momento”

Mister Roberto De Zerbi ha parlato ai microfoni di Sassuolo Channel prima di Sassuolo-Atalanta, prossima sfida di campionato, in programma domani.

Il Sassuolo ha fatto una buona stagione: “I 52 punti sono tanti. L’anno scorso abbiamo finito a 51. Mancano solo 5 partite e non è ancora tempo di bilanci, quelli arriveranno dopo l’ultima di campionato. Cercheremo di prendere il più possibile, passando attraverso quello che siamo noi, la nostra identità e quello che abbiamo fatto in questi tre anni. I nostri obiettivi arrivano partita dopo partita. La prossima è con l’Atalanta. Abbiamo la Roma a tre punti e vediamo dove arriviamo. Ci sono davanti e dietro abbiamo un buon margine. Perché non pensare di poter fare qualcosa di più?”

Sassuolo-Atalanta, De Zerbi: “È la nostra bestia nera, ma lo è di tanti”

La squadra ha avuto un’evoluzione: “Siamo diventati più squadra, più maturi, più intelligenti. Sappiamo leggere meglio le gare sia prima che all’interno. La partita con l’Atalanta fa sempre storia a sé. Abbiamo perso spesso con risultati larghi. L’Atalanta è la nostra bestia nera ma è quella di tante altre squadre. Se è seconda in classifica un motivo c’è. Per scelta, noi ci giochiamo sempre la partita a viso aperto anche contro Atalanta, Juve, Milan, Inter, Roma, Lazio, Napoli… Con le nostre armi, senza cambiare. Se qualcuno pensa che bisogna fare diversamente poi bisogna anche valutare quali sono i vantaggi che ci ha portato il tenere sempre fede alla nostra mentalità. Arrivare ottavi per due anni di fila, dietro le prime sette e avere questo stacco dalla settima, dalla Roma dimostra che le nostre idee ci hanno portato qualcosa. Se il prezzo da pagare è stato l’aver perso nel passato con l’Atalanta con risultati pesanti non fa piacere, ma è stato il prezzo da pagare per ottenere questi risultati, per vincere a Milano col Milan, a Napoli col Napoli, pareggiare a Torino con la Juve...”

Domani non sarà semplice: “Siamo diversi. Abbiamo idee diversi e giocatori diversi. L’Atalanta è una squadra più esperta, non ha tanti giovani. Noi invece ne abbiamo tanti. 2000, 1998, 1997… Loro hanno lavorato meglio di tutti nell’ultimo quinquennio. Sono quelli che hanno fatto scuola a tutti in Italia”.

De Zerbi: “Futuro? Giocatori e società saranno i primi a saperlo”

Mancheranno ancora diversi ragazzi: “Raspadori ancora non si è aggregato alla squadra e Caputo sta lavorando a parte. Defrel dobbiamo vedere, ha qualche problema ma potremmo anche recuperarlo per domani. Tutti gli altri stanno bene e sono pronti. Caputo speriamo rientri in gruppo la settimana prossima, magari per giocare già col Genoa o anche alla successiva con la Juve. La sua assenza è stata pesante. È stato fuori pressoché tutto l’anno, tranne le prime dieci, poi è stato sempre in difficoltà. Ora sembra stia uscendo dal periodo difficile e sono contento se tornerà in forma per noi e anche per lui, dato che c’è l’Europeo e sarebbe un peccato che non stia bene nel momento più importante della sua carriera”.

Infine, il mister ha parlato di futuro: “Sul mio futuro è molto veloce e semplice il discorso. Io ho parlato alla squadra. Scrivono che ho firmato a destra, a sinistra… che ho l’accordo, che non ho l’accordo… Io ho detto che i primi a saperlo saranno i giocatori oltre alla mia società, per correttezza e riconoscenza. Dopodiché c’è la possibilità che vada via ma può anche non esserci. Poi vediamo. I giocatori sono seri e vanno avanti anche senza di me. Ma sarò io a dirlo, non un sito o uno scoop. Scoop non ce ne sono, segreti non ce ne sono. A me piace fare le cose in maniera chiara e corretta”.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

De Zerbi sassuolo atalanta
Foto: SportMediaset
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

I numeri di Sassuolo-Juventus 1-3: il Sassuolo gioca, ma a vincere è la Juve

Si ferma a sei la striscia di risultati utili consecutivi per il Sassuolo. I neroverdi, …