mercoledì , 25 novembre 2020
Home / Campionato / Napoli-Sassuolo: forti i partenopei, ma i neroverdi sono solidi e testardi

Napoli-Sassuolo: forti i partenopei, ma i neroverdi sono solidi e testardi

Sapevamo che non era facile uscire indenni dal San Paolo, uno stadio dove il Napoli è sempre galvanizzato dai propri tifosi, dando il meglio di sé. Sapevamo di trovare di fronte una squadra che gioca un ottimo calcio, tessendo tele complesse e finalizzando quando ne ha l’occasione: anche senza Milik, Callejon e un ritrovato Insigne stanno dando soddisfazioni a Sarri. Sapevamo che con un’infermeria sempre affollata avremmo fatto ancora una volta fatica a trovare una dimensione tattica e ad impostare, specie se di fronte hai un avversario che non ti lascia respiro.

Eppure, stavolta è andata bene. Il Sassuolo ha giocato meno brillantemente del solito ma è riuscito a tenere a bada il Napoli, che dopo il vantaggio di Lorenzo Insigne non ha dilagato. Anzi, le strette maglie della difesa hanno retto e gli azzurri non sono riusciti a far male ancora, pur provandoci di continuo.

Leggi anche > LE PAGELLE DI NAPOLI-SASSUOLO: DIFESA PERFETTA

foto: AFP
foto: AFP

Se Missiroli si è mangiato le mani per il palo preso, poi ci ha pensato Defrel. Un cambio azzeccato da parte di Di Francesco, che passando dal 3-4-3 al 4-2-4 riesce a spingere i ragazzi fin dentro l’area. Un lancio meraviglioso di Marcello Gazzola ha trovato un rapido inserimento del francese che non ha risparmiato Reina. Pareggio del Sassuolo, San Paolo ammutolito.

Anzi, i neroverdi avrebbero avuto anche occasione di raddoppiare, ma un Ragusa troppo impreciso e una mancata coordinazione tra Matri e Defrel hanno impedito di concretizzare. Il palo di Callejon ha poi dato qualche problema ai cardiopatici, ma al novantesimo (+3) il tabellone segna 1 a 1: un punto guadagnato dopo una serie di risultati negativi.

Leggi anche > CANNAVARO DOPO NAPOLI-SASSUOLO: “ABBIAMO GRANDI MERITI, SPERIAMO SIA LA SVOLTA”

foto: ANSA
foto: ANSA

Un pareggio che fa ben sperare in ottica futura, dunque, un punto raccolto dopo una serie di prestazioni nelle quali il gioco non era certo mancato. Peccato per Politano, costretto ancora a fermarsi, sperando che non sia nulla di grave. Commosso Paolo Cannavaro, che a fine partita è andato a salutare i tifosi della squadra di cui fu capitano, cantando “Un giorno all’improvviso”. Consigli ci ha messo la manona ogni volta che ha potuto, salvando il risultato e facendosi saracinesca.

Matri ancora imbavagliato fatica a trovare il suo antico rapporto col gol, mentre stavolta Ragusa ha inciampato un po’ troppo. La novità è che Ricci è ormai sempre in partita, capace di confondere gli avversari e mettere in atto giocate importanti. Gazzola meraviglioso in fase d’impostazione, il gol di Defrel è suo quasi per metà. Chirurgico Acerbi, ingenuo Mazzitelli, puntuale Pellegrini.

Leggi anche > DI FRANCESCO DOPO NAPOLI-SASSUOLO: “NEL SECONDO TEMPO ABBIAMO CAMBIATO MARCIA”

magnanelli-insigne-napoli-sassuolo-ansa

Un punto guadagnato, quello del San Paolo, che ha mostrato che la squadra di Di Francesco il suo carattere non lo ha perso. Il Napoli è forte ma il Sassuolo è solido e testardo. Il pareggio fa male infatti soprattutto ai padroni di casa, che si trovano a condividere il sesto posto col Torino.

Che per il Sassuolo questa sia la base di una risalita lo si spera fermamente. Tornare da Napoli con un punto in tasca è il segno che le cose possono andare finalmente meglio. Il 4 dicembre a Reggio Emilia verrà l’Empoli, vedremo quale risposta ci verrà data nel giorno del referendum.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Serie A, il Sassuolo ospita l’Inter nel primo anticipo della nona giornata

Quante sono davvero le squadre che potranno concorrere per lo scudetto? Se l’anno scorso l’Inter …