mercoledì , 25 novembre 2020
Home / Campionato / Di Francesco dopo Napoli-Sassuolo: “Nel secondo tempo abbiamo cambiato marcia”

Di Francesco dopo Napoli-Sassuolo: “Nel secondo tempo abbiamo cambiato marcia”

Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo, ha parlato ai microfoni di Premium Sport dopo il pareggio conquistato al San Paolo contro il Napoli. Risultato che dà ossigeno ai neroverdi e interrompe una striscia di quattro sconfitte consecutive. Sassuolo che è ora a sette punti di distacco dalla terzultima Pescara.

Ecco le dichiarazioni del mister: “Nel primo tempo non riuscivamo ad accorciare, il Napoli recuperava subito palla e ci metteva in difficoltà. Nel secondo tempo è girata sotto tutti i punti di vista. Il ritmo azzurro nel primo tempo è stato infernale, quasi al doppio di noi andavano. Poi siamo stati bravi a pareggiare. Finora ci mancava il risultato, perché le prestazioni sono sempre arrivate, anche in Europa League. Oggi abbiamo fatto risultato contro la squadra che gioca il miglior calcio d’Italia, questo ci gratifica“.

Sulla condizione fisica: “Siamo cresciuti alla distanza, questo mi conforto per il prosieguo del campionato. Tatticamente oggi ho cambiato qualcosa nel corso della partita perché loro riuscivano a trovare sempre le soluzioni giuste e noi dovevamo schermarli”.

Berardi non si vede da parecchio: “Non abbiamo la possibilità di avere una rosa che si può permettere di lasciare fuori Duncan, Missiroli, Berardi. Dispiace non avere Domenico da tre mesi. I tempi sono stati un po’ troppo lunghi“. Sempre in riferimento a Berardi, il mister tira anche una “frecciatina” allo staff medico neroverde: “Qualcosa evidentemente non è andato. Io faccio l’allenatore, non li curo i giocatori. Appena torna me lo tengo stretto, si sa quanto abbiamo fatto per non cederlo a Juventus o Inter“.

Leggi anche > DEFREL DOPO NAPOLI-SASSUOLO: “BRAVI A RIMANERE IN PARTITA”

Non può fare a meno di Berardi quindi neanche di Defrel, che potrebbe essere protagonista della prossima sessione di mercato. La società è stata chiara in merito,  ma il mister non si sbilancia “Di sicuro non c’è nulla. Oggi come oggi dipende molto la testa del giocatore. Defrel oggi l’ho tenuto in panchina perché aveva giocato molto in passato. Ha bisogno un po’ di rifiatare e ridurre le pressioni. È un giocatore che corre molto per la squadra. Sapevo che entrando a partita in corso mi avrebbe dato qualcosa di più. Un ragazzo di grande disponibilità”.

Sul palo finale di Callejon: “È vero, anche Missiroli aveva colpito una traversa. Sarebbe stato davvero un grosso rammarico prendere gol alla fine”.

difra_ok2

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Federico Anarratone

Federico Anarratone
Chi in Liguria tifa Sassuolo? Forse solo lui! Fede è di Genova, folgorato dai colori neroverdi durante un Sampdoria-Sassuolo gara playoff del 2011/12, da quel momento per lui esiste solo la squadra di Piazza Risorgimento.

Potrebbe Interessarti

Serie A, il Sassuolo ospita l’Inter nel primo anticipo della nona giornata

Quante sono davvero le squadre che potranno concorrere per lo scudetto? Se l’anno scorso l’Inter …