domenica , 24 gennaio 2021
Home / Campionato / Hellas Verona-Sassuolo 0-2: bravura, fortuna, astuzia e occasioni colte al momento giusto
Hellas Verona's Nikola Kalini? (L), Sassuolo's Manuel Locatelli (R), and Sassuolo's Domenico Berardi (R) in action during the Italian Serie A soccer match Hellas Verona vs US Sassuolo at Marcantonio Bentegodi stadium in Verona, Italy, 22 november 2020. ANSA/EMANUELE PENNACCHIO

Hellas Verona-Sassuolo 0-2: bravura, fortuna, astuzia e occasioni colte al momento giusto

Il Sassuolo vince, il Sassuolo è imbattuto. Unico in serie A insieme a Milan e Juve, straordinario esempio di gioco di squadra. E di occasioni colte al momento giusto. Perché Hellas Verona-Sassuolo 0-2 ci insegna proprio questo: si può non essere brillantissimi ma bravura, fortuna e astuzia portano risultati. Analizziamole punto per punto.

Leggi anche > LE PAGELLE DI HELLAS-SASSUOLO

foto: larena.it

Hellas Verona-Sassuolo 0-2: bravura, fortuna e astuzia

BRAVURA. Non servono presentazioni a questa squadra. Locatelli, Berardi e Raspadori vengono da prestazioni spettacolari in Nazionale (che magari li hanno fatti stancare un po’ troppo). Boga è un talento come pochi. Consigli è riuscito a calare la saracinesca con almeno tre parate fondamentali e anche grazie ad una difesa che non subisce gol da tre gare consecutive. Non male per il reparto più debole della squadra.

FORTUNA. Ci vuole anche quella, specie contro una squadra che ha dimostrato di non voler regalare niente come il Verona. Gli scaligeri sono una formazione di valore, una di quelle toste. E il fatto di aver impegnato più volte il portiere neroverde lo dimostra. Se poi la dea bendata ha deciso – una volta tanto – di prendere le parti del Sassuolo dirigendo quattro palloni gialloblù sul legno, non si può che ringraziare sorridenti.

ASTUZIA. L’astuzia va a braccetto con l’opportunismo. Il Sassuolo sfrutta il primo tiro in porta per far gol e cambiare il volto ad una gara nella quale, obiettivamente, gli avversari hanno fatto meglio. Dall’esperienza di questi anni (anche di altri club) abbiamo imparato che spesso non è il bel gioco quello premiato. A contare è il risultato finale. Che al Bentegodi è arrivato implacabile.

Leggi anche > DE ZERBI: “CI ASPETTAVAMO UNA PARTITA DEL GENERE”

foto: ANSA

Togliamoci il cappello per Ibra, ma guardiamo già a sabato prossimo

Il sogno di essere stati per poche ore in cima alla classifica, però, è sfumato dopo un Napoli-Milan spettacolare dominato da un grande Ibrahimovic di fronte al quale non possiamo far altro che toglierci il cappello e applaudire.

Una situazione che sarebbe piaciuta a Giorgio Squinzi. Milan primo, Sassuolo secondo. Sabato prossimo al Mapei Stadium verrà l’Inter… sappiamo tutti cosa desidererebbe il patron neroverde.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

highlights Hellas Verona-Sassuolo 0-2
foto: Diretta.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

diretta lazio-sassuolo

DIRETTA Lazio-Sassuolo 2-1: Immobile riporta la Lazio in vantaggio

Benvenuti sulla diretta di Lazio-Sassuolo, gara valida per la giornata numero 19 del campionato di …