mercoledì , 25 novembre 2020
Home / Settore Giovanile Sassuolo / Alessandro Mercati firma il primo contratto da professionista
foto: sassuolocalcio.it

Alessandro Mercati firma il primo contratto da professionista

Terzo passaggio al mondo del professionismo nel vivaio neroverde: dopo Piccinini e Pellegrini anche per Alessandro Mercati arriva il primo contratto da professionista.

Centrocampista di classe 2002, Mercati è arrivato in neroverde da bambino e con la maglia del Sassuolo ha fatto tutta la trafila delle giovanili fino ad essere aggregato in questo periodo alla prima squadra. In Under-18 in questa stagione ha giocato 11 volte, segnando anche un gol. In Primavera conta invece 3 presenze in campionato e una in coppa.

Ecco le sue parole rilasciate a Sassuolo Channel: “Anche per me è arrivato il primo contratto da professionista. Quando mi è stato comunicato sono rimasto felice ed entusiasta. La mia famiglia mi ha sempre supportato e spero che questo sia un primo passo per cercare poi di fare sempre meglio”.

Leggi anche > MISTER DE ZERBI FA SCUOLA AL BARCELLONA

Un cuore neroverde: Sono arrivato a Sassuolo che ero piccolino, avevo soltanto 10 anni. A Sassuolo ho sempre trovato persone e soprattutto mister molto competenti che mi hanno veramente aiutato a crescere. Credo che il Sassuolo abbia sempre creduto in me e questo mi ha reso sempre molto felice. Il mio percorso qui è stato lineare e adesso che sono arrivato qui spero di continuare con questa società. Quando mi è stato detto che avrei cominciato ad allenarmi in prima squadra e con mister De Zerbi sono rimasto molto felice, quasi non ci credevo. Non nascondo che ero anche un po’ teso ma quando sono arrivato al campo mi sono tranquillizzato perché ho trovato delle persone magnifiche che cercano di aiutarti”.

La strada da fare è ancora tanta:Penso che io debba migliorare ancora tanto anche perché ho visto i giocatori della prima squadra in questi giorni e ho potuto vedere quanto siano formidabili. Credo che nel calcio bisogna crearsi una mentalità vincente, una mentalità forte, che ti permetta di andare in campo e di fare sempre il meglio. Devo migliorare anche il livello tecnico e tattico”.

Un ragazzo con la testa sulle spalle: “Sin da quando sono andato a fare il primo provino a Sassuolo ho percepito che questo poteva essere il mio futuro e quindi la mia società. Era in quegli anni che il Sassuolo era stato promosso in A, puntava molto sui giovani ed è stata una scelta che è venuta da dentro. Venire a Sassuolo è stata una scelta di sacrifici, vengo da un paese che dista 50 km da Sassuolo, e li faccio andata e ritorno ogni giorno. Oltre a questo, ho scelto poi il Liceo Scientifico, una scuola complessa. Ci tengo molto e credo che sia fondamentale anche per costruire un futuro. La mia famiglia è d’arte. Mio zio e mio padre sono riusciti a giocare in Serie C, Serie D, Eccellenza. Hanno fatto quello che hanno potuto. Per me è stato fondamentale averli al mio fianco perché mi hanno dato consigli importanti. Spesso mi hanno fatto capire cose importanti nella vita calcistica e soprattutto umana. Sono riusciti a tenermi sempre con i piedi per terra e che per ottenere qualcosa bisogna pedalare”.

Infine, due parole sul futuro: “Da oggi sono un calciatore professionista, la mia vita un po’ cambia. Devo pensare di più al calcio, di fare il massimo sul campo verde. Devo fare una vita sana e regolare. I miei obiettivi sono di fare il massimo e cercare di non avere mai rimpianti”.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

Alessandro Mercati

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Ufficializzate le date dalle 72^ edizione del Viareggio Cup

Sono state ufficializzate le date della 27^ edizione del Viareggio Cup, lo storico torneo di …