domenica , 27 Novembre 2022
sampdoria-sassuolo 4-0
foto:sassuolocalcio.it

Sampdoria-Sassuolo 4-0: si fa acqua da tutte le parti

Di cadere per 4-0 in Sampdoria-Sassuolo non se lo sarebbe immaginato nessuno. Una botta di quelle che non si dimenticano. Una tortorata di proporzioni immemori che porta la firma dei due ex Ciccio Caputo e Stefano Sensi prima che di Conti e Candreva. Il Sassuolo si è spento in meno di 10 minuti, senza mai essere in partita, senza mai essere in grado di entrarci: facendo acqua da tutte le parti, insomma, contro i marinai della Sampdoria. Il motivo di tanto poco mordente non lo conosciamo. Delusioni del mercato? Approccio superficiale? Errore tattico?

Partita approcciata male, sicuramente. Com’è successo a Torino. Con la differenza che la Samp è stata più efficace e il Sassuolo non ha trovato fortunosamente il gol del pareggio. Sappiamo soltanto che la difesa neroverde prende gol da 18 partite di fila. Come il Padova nel 1995-1996 (che, per inciso, arrivò ultimo).

La difesa. È quello il problema. E non da oggi (ne avevamo abbondantemente parlato qualche tempo fa). Perché il ritorno di Romagna è stato finora virtuale e l’impatto di Ruan non s’è ancora visto, mentre Ayhan e Peluso fanno da panchinari fissi. E se per il secondo è comprensibile, per il primo le domande sono tante. La difesa sbanda, e parecchio. Dionisi dice che la Samp non meritava il 4-0? Noi diciamo che se non meritava il 4-0, meritava quantomeno il 5-1. O il 6-2. Potevamo fare uno-due gol, senza un Falcone in giornata di grazia? Potevano farne cinque o sei i doriani senza che potessimo recriminare granché.

E se Ferrari sembra l’unico in grado di salvarsi nel calderone generale, pur con i suoi errori, il resto della linea non va, assolutamente. Muldur è l’ombra di se stesso. Toljan è sempre molto poco in partita. Kyriakopoulos rimesso in posizione dopo l’esperienza in attacco si è perso più volte gli attaccanti avversari (che sono arrivati anche al gol per errore suo). Si è salvato solo Rogerio, perché oggi a Genova non poteva giocare in quanto squalificato. E poi c’è Chiriches che rappresenta un po’ l’involuzione completa del reparto arretrato. Che sarebbe da ripensare interamente, con l’innesto di giocatori più motivati. Non s’è fatto a gennaio, si spera possa farsi a giugno.

Nel frattempo, mettendo da parte il campionato, si può andare a Torino con la consapevolezza di non ‘risparmiare’ Scamacca e Raspadori, squalificati per la Roma. La Coppa Italia può essere un obiettivo. Potrebbe ridare un po’ di senso a tutto. E battere la Juve non è più tabù dallo scorso ottobre.

Seguici anche su Instagram

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

serie a

Serie A: ufficiali le date di inizio e fine del campionato 2023/2024

La Lega Serie A ha pubblicato, con anticipo rispetto alla stagione passata, le date di …