domenica , 4 Dicembre 2022
alessio dionisi caputi
foto: sassuolocalcio.it

Sampdoria-Sassuolo 4-0, Dionisi: “Mancata la volontà, ora dobbiamo fare un bagno di umiltà”

Alessio Dionisi ha parlato ai microfoni di DAZN dopo Sampdoria-Sassuolo 4-0. Il mister si è sfogato e ha detto la sua.

L’accusa è di poca volontà: “Non mi fate domande sui singoli. Non ne voglio parlare. Dobbiamo metterci la volontà. Perché oggi la differenza è stata quella. La Sampdoria ha meritato di vincere. Non meritava però di vincere 4-0. Se si analizza la partita il risultato è bugiardo, ma hanno meritato di vincere. Avevamo avuto le prime occasioni e dopo 7 minuti ci siamo trovati sul 2-0. Due palle inattive e sei 3-0. Con il Torino la prestazione non era stata positiva ma l’atteggiamento è stato molto positivo e venivamo da una sconfitta. Dovremmo fare delle amichevoli in cui perdere 4 o 5 a zero. Perché ci permetterebbe di avere un atteggiamento più gagliardo in campo. Oggi quello è mancato. La Samp su questo non è mancata”.

Leggi anche > LE PAGELLE DELLA GARA

Non è la prima volta che accade: “A volte siamo andati in doppio vantaggio e ci hanno ripreso, come qua col Genoa. Sicuramente siamo giovani. Questo non è una giustificazione ma motivo di ambizione. Non possiamo nasconderci dietro questa caratteristica. Abbiamo un approccio altalenante. Dipende in primis anche da me. Non uso la frusta, uso bastone e carota. Dobbiamo stimolarci un po’ di più. L’atteggiamento è altalenante dall’inizio della stagione. Più nei risultati e nella volontà che nelle prestazioni. Se manca la volontà manca la lettura. Responsabile sono io. Ma non possiamo guardare le statistiche e basta: teniamo la palla di più e tiriamo di più. Era scontato che avremmo calciato di più e giocato di più. Ma non basta. Ci sono squadre che vogliono vincere e non solo giocare tanto e calciare tanto. Ora dobbiamo fare un bagnetto di umiltà ripensando a questa partita. Io sono a parlare perché sono l’allenatore e mi assumo la responsabilità. Dobbiamo essere consci che non sempre mettiamo la volontà al primo posto. Poi viene il resto”.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

focus junior traorè

Sassuolo, il punto alla sosta: quando vedremo il miglior Traorè?

E’ dedicato a Hamed Junior Traorè, il terzo degli approfondimenti sui giocatori del Sassuolo alla …