martedì , 22 settembre 2020
Home / Interviste / Filippo Romagna: “Sto recuperando, i miei compagni sono pronti e carichi per ricominciare”
foto: sassuolocalcio.it

Filippo Romagna: “Sto recuperando, i miei compagni sono pronti e carichi per ricominciare”

Filippo Romagna, studente atleta dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha parlato in diretta a Radio Rai Uno, a Zona Cesarini, raccontando come il suo percorso da calciatore professionista si coniuga alla volontà di studiare.

Lesione del tendine rotuleo, operato l’11 marzo, non ritornerà in campo con la riapertura del campionato: “Personalmente sono infortunato, non ho avuto il tempo per recuperare. Sto sfruttando il momento per studiare. I miei compagni sono pronti e carichi per ricominciare. Mi sono fatto male all’ultima di campionato e ne avrò per un po’ di tempo, ma sono sulla buona strada. Faccio riabilitazione tutti i giorni”.

Leggi anche > CAPUTO: “RIPARTIAMO DA ZERO, IL MIO OBIETTIVO È FARE 20 GOL”

Lo studio è conciliabile con il calcio: Nel lockdown mi sono dedicato allo studio. Mi sono preparato agli esami, faccio Scienze Motorie, e nelle prossime settimane dovrò sostenerli. Unire studio e allenamenti, specie per noi più giovani, è conciliabili. L’allenamento dura tre ore, hai tanto tempo libero nella giornata e puoi gestirlo al meglio. Ovviamente questo cambia se hai famiglia, ma per un ragazzo giovane come me si può assolutamente fare e portare avanti entrambe le carriere, quella sportiva e quella scolastica. Non credo che essere un calciatore mi aiuti nello studio. Ma su altre esigenze ci vengono incontro. Io ho una tutor che mi aiuta ad organizzarmi per studiare, per gli esami. I professori ci vengono incontro per gli orari. Ma non chiudono un occhio per il fatto che sono un calciatore”.

Leggi anche > ODGAARD TORNERÀ DAL PRESTITO MA NON POTRÀ GIOCARE

Il Sassuolo è pronto a ricominciare: Non so se seguirò la squadra, ma se ci dovesse essere la possibilità sarò a tifare per loro, altrimenti li seguirò da casa. Io li sento, li passo a trovare al centro sportivo. Stanno bene e sono tutti vogliosi di ricominciare. Il calcio muove un’industria, molto denaro. Per evitare fallimenti è giusto che riprenda. Il mio parere è che bisogna ricominciare, ma alla base di ogni scelta ci deve essere il buon senso e la sicurezza. Queste decisioni non spettano a me, ma se le hanno prese si può ricominciare”.

Poi qualche divagazione personale: Il difensore più bravo? Sono cresciuto alla Juve. Ho ammirato Chiellini, Bonucci e Barzagli. Sono il top, ho rubato qualcosa da loro in allenamento. Loro tre più di altri”

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

foto: sassuolocalcio.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Kaan Ayhan

Kaan Ayhan si presenta al Sassuolo: “Sono molto felice, il mister mi sta trasmettendo la sua idea di calcio”

Tempo di presentazioni in casa Sassuolo!Oggi è il turno di Kaan Ayhan, classe 1994. Difensore …