venerdì , 30 luglio 2021
Home / Campionato / De Zerbi verso Atalanta-Sassuolo: “Meritiamo la nostra classifica, bergamaschi non più una provinciale”
De Zerbi sassuolo-atalanta
fonte: sassuolocalcio.it

De Zerbi verso Atalanta-Sassuolo: “Meritiamo la nostra classifica, bergamaschi non più una provinciale”

Il 2021 inizia con una gara di cartello: Atalanta-Sassuolo è a tutti gli effetti una sfida d’alta classifica. La partita di Bergamo si giocherà domani alle 15.00 è stata introdotta da mister Roberto De Zerbi nella consueta conferenza stampa pre-partita. Ecco le parole del tecnico, tratte da Sassuolo Channel.

Doveroso per il mister iniziare con un punto della situazione e con il quarto posto in classifica:“Se riusciremo ad arrivare tra le prime sette della Serie A vorrebbe dire andare oltre la carta. Sulla carta, infatti, sette squadre almeno sono più forti del Sassuolo, ma noi non dobbiamo prestare attenzione a questi dati. Dobbiamo cercare di migliorarci, anche perdendo delle partite ma puntando a qualcosa in più. Lo scorso anno abbiamo chiuso ottavi ma dobbiamo cercare di andare più avanti, non so fino a dove: sarà il campo a decidere ma non ci dovranno essere rimpianti a fine campionato. Sarà fondamentale cercare di fare tutto quanto è possibile. Il campo non mente mai, quel che abbiamo raggiunto lo abbiamo fatto con merito e in condizioni non sempre ottimali, avendo avuto diversi giocatori determinanti fuori dalla disponibilità: penso a Caputo, Defrel, Djuricic, Magnanelli. C’è quindi spazio per fare ancora meglio”.

L’avversario di domani è da prendere con le pinze: “Negli ultimi anni l’Atalanta ha fatto male a tutte le squadre, anche di caratura superiore. Si tratta di una compagine forte, il cammino in Champions League lo testimonia: sono completi a livello di squadra, società, pubblico e storia. Domani dobbiamo però andare a dire la nostra sul loro campo. L’Atalanta è ormai una grande, non più una provinciale e mi dispiace domani giocare a porte chiuse, dato il loro grande seguito e avere lo stadio pieno sarebbe un grande stimolo. La nostra voglia di fare risultato non manca mai, chiaramente l’Atalanta vale squadre come la Juventus, l’Inter o il Milan e questo dà l’idea del livello di difficoltà della gara di domani”.

Leggi anche > ATALANTA-SASSUOLO: LE PROBABILI FORMAZIONI

“A Genova siamo stati bravi a fare subito gol” prosegue De Zerbi “reagendo al gol di Leao subito la gara precedente contro il Milan. Ora le sconfitte devono darci lo sprone per reagire. Non consideriamo le gare sulla base del fatto che siano o meno scontri per l’alta classifica o per la bassa classifica: la gara di domani deve semplicemente portarci a giocar bene e a fare risultato, oggi non è decisivo nulla, dobbiamo toglierci soddisfazioni e non porci nessun dentro-fuori”.

Inevitabile un cenno all’apertura delle trattative di calciomercato: “Su questo tema possono valere due concetti: se siamo tutti in condizione non serve nulla per rinforzare la rosa, se invece per il campionato che stiamo facendo e quel che vogliamo fare richiede uno sforzo maggiore potranno essere fatte altre considerazioni”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Riforma Campionato: dal 2024 fusione tra Serie B e Serie C?

Fusione tra Serie B e Serie C per fronteggiare la crisi economica che attanaglia il …