giovedì , 28 gennaio 2021
Home / Campionato / De Zerbi al termine di Sassuolo-Benevento 1-0: “Bene ma non benissimo, torneremo ad essere quelli di prima”
foto: Getty

De Zerbi al termine di Sassuolo-Benevento 1-0: “Bene ma non benissimo, torneremo ad essere quelli di prima”

Roberto De Zerbi al termine della partita vinta per 1-0 contro il Benevento, nonostante l’inferiorità numerica per tutto il secondo tempo, ai microfoni di Sky parla della prestazione della sua squadra e della vittoria sofferta contro una squadra ben organizzata come quella di Inzaghi. Queste le parole del mister:

Sulla partita: “Noi non stiamo benissimo, siamo un po’ in sofferenza sotto tutti i punti di vista: fisico, atletico e dei giocatori disponibili che fanno sì che la squadra sia più o meno forte. Ci teniamo aggrappati con le unghie alle alte posizioni in classifica, oggi non abbiamo fatto benissimo, però nel primo tempo abbiamo anche migliorato rispetto alle ultime gare. Nel calcio ci stanno i momenti in cui non riesci ad essere brillante, ma bisogna giocare lo stesso e fare le cose fatte bene. Torneremo sicuramente ad essere brillanti, stiamo crescendo e stanno rientrando giocatori importanti. La cosa importante è essere pronti a livello mentale. Djuricic ha fatto bene per quelle che sono le sue caratteristiche, ad un giocatore come lui non possiamo chiedere quello che chiediamo a Caputo o a Defrel, non è al massimo della forma così come Raspadori, altrimenti avrebbe giocato questa sera. Adesso c’è la partita di Firenze, dove dobbiamo migliorare nel gioco altrimenti se non torniamo ad essere la solita squadra, la pagheremo. Ne sono consapevoli anche i ragazzi”.

Leggi anche > Le pagelle di Sassuolo-Benevento 1-0

E’ pensabile migliorare la classifica dello scorso campionato?Dire che siamo una piccola squadra non significa togliere l’ambizione, è per fare un po’ di ordine. Ci sta che il Sassuolo a Roma in inferiorità numerica non vinca contro la Roma, anche se quel punto viene preso in modo negativo. Vogliamo migliorare la classifica dell’anno scorso, ma senza dimenticarci che siamo partiti tre anni fa con tanti giovani e abbiamo calciatori che sono ancora giovani. E io sono l’allenatore più giovane del campionato. Sembra che diventi tutto dovuto e non voglio neanche mettere troppa pressione ai ragazzi, perché dobbiamo migliorare e divertirci“.

Al Sassuolo serve un centroavanti in più?Manca anche Defrel, che due anni fa insieme a Chiriches è stato l’acquisto più importante. Se ci togli Defrel e Caputo diventa un problema. Non sono d’accordo che non abbiamo fatto bene, oggi a tratti abbiamo fatto bene, perché creare col Benevento non è facile per nessuno. L’assenza di Caputo pesa e contemporanea quella di Defrel è ancora più pesante. Senza entrambi stiamo soffrendo ed è per questo siamo contenti dei risultati e della nostra posizione“.

Su Paolo Rossi:Nell’82 ero piccolo, ma il nome di Paolo Rossi dice tutto. La sua perdita va a sommarsi a quella di Maradona e per chi è della mia generazione sono perdite pesanti, perchè si sente che sono giocatori che hanno lasciato qualcosa di più di quello che hanno fatto in campo“.

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Serie A, le probabili formazioni di Cagliari-Sassuolo: in dubbio Defrel, Boga dall’inizio

La sconfitta in casa della Lazio ha lasciato un po’ di scorie in casa neroverde e …