mercoledì , 28 ottobre 2020
Home / Campionato / De Zerbi al termine di Sassuolo-Atalanta 1-4: “Mie tutte le responsabilità”

De Zerbi al termine di Sassuolo-Atalanta 1-4: “Mie tutte le responsabilità”

Non è stata una bella sera per mister Roberto De Zerbi, nella mix zone del Mapei Stadium attendiamo il mister per oltre due ore dopo il termine della partita. C’è chi dice che il ritardo sia dovuto ad un confronto tra De Zerbi e la dirigenza, ma il tecnico neroverde ha spiegato che si è solo intrattenuto con un gruppo di suoi calciatori per capire quali erano le loro sensazioni su questo particolare momento che sta vivendo la squadra. Fatto sta, che i numeri di Sassuolo-Atalanta 1-4 non hanno indispettito solo i tifosi, la società aveva in mente tutto un’altro avvio di stagione, per De Zerbi potrebbero essere determinati le prossime partite, in primis quella con il Brescia.

Queste le dichiarazioni di De Zerbi al termine di Sassuolo-Atalanta raccolte da CanaleSassuolo.it

Cosa è successo stasera: “Quando si verificano le prime difficoltà non riusciamo poi a reagire, questo è quello che è successo sia stasera che a Roma. Manca l’aspetto mentale, possiamo dire tutto quello che vogliamo sull’aspetto tattico, tecnico e sulle scelte, ma l’aspetto mentale è determinante. Dopo il secondo gol preso nel primo quarto d’ora di gioco, siamo andati nel panico, questa è una squadra che fa ancora tanta fatica a reagire quando si verifica un episodio negativo. Sono io il responsabile di questo risultato, sia a livello tecnico, sia a livello tattico e anche a quello mentale”.

Un ritmo invece diverso nel secondo tempo: “C’è chi dice che l’Atalanta ha rallentato il ritmo nella seconda parte di gioco, a me interessa che la reazione della squadra sia completa, e non che avvenga a tratti”.

Leggi anche > Le pagelle di Sassuolo-Atalanta 1-4

Il dopopartita di Sassuolo-Atalanta: “Ho parlato con una parte della squadra per capire quali fossero le loro sensazioni del campo, ed è quello che facciamo sempre. Siamo tutti sulla stessa barca, l’allenatore è quello che ha più responsabilità di tutti e io cerco di mettere i calciatori nella condizione di esprimersi al meglio”.

La prossima gara contro il Brescia: “Da quando faccio l’allenatore, l’unica preoccupazione che ho è quella di riuscire a dare una mano ai miei giocatori, metto sempre la faccia nelle sconfitte e mi prendo volentieri le mi responsabilità, anche quando non è mia al 100%, e anche in questo caso me la prendo, così come l’ho presa a Roma e a Parma”.

Sulle scelte: “Abbiamo sempre giocato con le tre punte, Caputo è rimasto in panchina perché abbiamo fatto tre partite in sei giorni e volevo farlo riposare. Defrel necessitava di staccare tra le due partite. Boga è un calciatore di talento tanto come Caputo. Traorè non ha giocato perché in settimana ha avuto un problema intestinale che ha risolto questa mattina. Bourabia ha giocato perché a livello fisico era già in condizione di poter giocare una gara dall’inizio. Magnanelli rientrava da un mese e mezzo d’infortunio muscolare e non sarebbe stata una scelta azzeccata fargli fare due partite in pochi giorni. Le scelte sono state queste, non mi sembra di aver fatto scelte fuori dal normale come aver messo Consigli come centroavanti o un centroavanti in porta”.

Su Tripaldelli: “E’ entrato bene in partita, avevo qualche dubbio se buttarlo dentro con la squadra sotto di 4 gol, ma meno responsabilità di oggi non le avrebbe mai potute avere. Ha reagito bene”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

I numeri di Sassuolo-Torino 3-3: spettacolare rimonta nella nebbia

Nella nebbia di Reggio Emilia, il Sassuolo fornisce un’altra prestazione convincente e compie la seconda …