lunedì , 23 novembre 2020
Home / Campionato / Verso Napoli-Sassuolo: la gara vista da Calcio Napoli 24

Verso Napoli-Sassuolo: la gara vista da Calcio Napoli 24

Napoli-Sassuolo è alle porte e in vista della sfida del San Paolo abbiamo chiesto un punto di vista al collega Alessandro Marrazzo di Calcio Napoli 24, portale di riferimento dei tifosi partenopei.

Di seguito la nostra intervista al redattore del sito che segue le vicende degli azzurri.

 

Pensando al Napoli non si può fare a meno di fare riferimento alla cessione di Higuaìn, trattativa più significativa dello scorso calciomercato. La piazza sta riuscendo ad “assorbire” l’addio del Pipita?
La piazza napoletana è molto passionale. Higuain è solo l’ultimo dei ‘tradimenti sportivi’ che è stata costretta a subire. Dopo l’addio di Lavezzi e quello di Cavani, quello del Pipita è stato sicuramente quello più cocente, soprattutto perché l’argentino è approdato agli acerrimi rivali della Juventus. Difficilmente i tifosi napoletani riusciranno a ‘perdonare’ Higuain, servirebbe un altro bomber che ne oscurasse il ricordo a suon di gol, e l’infortunio di Milik, purtroppo, non aiuta.

L’arrivo e il successivo infortunio di Milik hanno tolto nuove certezze all’attacco partenopeo. Pensi sia davvero il caso, già a gennaio, di fiondarsi sul mercato per cercare un centravanti? Si parla peraltro di diversi neroverdi attuali o passati (Defrel, Zaza, Pavoletti…).
Credo che il Napoli, tornerà senza dubbio sul mercato a gennaio per acquistare un centravanti con le caratteristiche del polacco. Gabbiadini, pur essendo un attaccante di un certo rilievo, non ha le caratteristiche adatte al gioco di Sarri, e il falso nueve non sta dando le garanzie sperate in fase realizzativa. Pavoletti è la pista più calda e il ds Giuntoli sta lavorando alacremente per portarlo all’ombra del Vesuvio. Più difficile l’affare Zaza, mentre Defrel dovrebbe essere un’alternativa all’attaccante genoano.

Venendo alla gara di lunedì, è probabile un turnover dopo l’impegno di Champions o Sarri confermerà sostanzialmente la formazione che ha pareggiato contro la Dinamo Kiev?
Sarri non è un allenatore che utilizza molto il turnover. Credo che saranno i soliti due dubbi di formazione contro il Sassuolo. Il tecnico azzurro dovrà scegliere tra Gabbiadini e Mertens come punta centrale e tra Diawara e Jorginho in cabina di Regia. Se dovesse optare per l’italo-brasiliano è probabile che agirà sul centro destra Allan, in caso contrario potrebbe essere schierato Zielinski. Sostanzialmente, la formazione non dovrebbe essere molto diversa da quella schierata contro la Dinamo Kiev.

magna_napoli

 

Il Napoli può ora contare su una rosa più ampia rispetto allo scorso anno. Soprattutto il centrocampista Diawara pare avere i numeri per mettere il tecnico in difficoltà, mentre cosa ne pensi del caso Rog, ancora non utilizzato dal mister azzurro?
La rosa è numericamente più ampia ma Sarri non sembra ‘fidarsi’ di tutti gli effettivi. Il ‘caso’ Rog è eloquente in questo senso e lo stesso Diawara è stato utilizzato soltanto da un mese. L’allenatore azzurro lavora molto tatticamente e non schiera giocatori che non ritiene pronti a svolgere il compito al 100%. Rog è diventato praticamente un caso perché a detta di tutti gli addetti ai lavori, il croato ha un talento davvero impressionante. C’è comunque un’ipotesi non trascurabile: il giocatore ha giocato i preliminari di Champions con la Dinamo Zagabria e se esordisse ufficialmente con il Napoli, non potrebbe essere ceduto a gennaio perché avrebbe avrebbe giocato partite ufficiali con due maglie diverse, e il regolamento vieta che un giocatore possa disputare gare ufficiali con tre club differenti nello stesso anno. E’ plausibile che il Napoli tenga questo particolare in considerazione.

La classifica, nelle prime posizioni, rimane molto corta. L’obiettivo del Napoli è ancora un piazzamento Champions?
Non ci sono dubbi. Il Napoli ha come obiettivo principale della stagione approdare almeno agli ottavi di Champions. Sarebbe un grande traguardo sportivo ed economico visto che è previsto un premio di 6 mln circa per il passaggio del turno. Gli azzurri andranno al Lisbona per lottare fino alla fine e tornare a giocare gli ottavi di Champions League strappando almeno un pareggio nella delicata sfida contro il Benfica.

Lo scorso anno al San Paolo il Sassuolo riuscì a passare in vantaggio già dopo pochi secondi di gioco, per poi venire superato e uscire sconfitto. Vi aspettate un inizio arrembante o attendista da parte della squadra di Di Francesco?
Mi aspetto un Sassuolo che cercherà di fare il suo gioco anche al San Paolo contro il Napoli. Di Francesco è uno dei migliori tecnici della Serie A e preparerà la partita nel migliore dei modi. Anche se i neroverdi non navigano in acque tranquille, reputo la classifica molto bugiarda. Anche giocando molto bene, gli uomini di Di Francesco hanno portato a casa meno punti di quanto meritassero. Quello che è successo al Mapei Stadium contro la Sampdoria, e la conferma di ciò. Dei momenti di black out e qualche torto arbitrale di troppo hanno influito non poco sullo scarso rendimento del Sassuolo in questa stagione.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Chiriches: “Con il Verona grande vittoria, ora concentrati per l’Inter”

Vlad Chiriches ha commentato la vittoria ottenuta dal Sassuolo in trasferta a Verona, nella quale …