venerdì , 30 ottobre 2020
Home / Coppa Italia / Athletic Bilbao-Sassuolo: mancò la fortuna, non il valore

Athletic Bilbao-Sassuolo: mancò la fortuna, non il valore

Si tende, dopo una disfatta, a guardarsi negli occhi e a cercare di capire cosa non abbia funzionato. Dopo la partita del San Mamés, credo che Di Francesco e i suoi ragazzi abbiano fatto lo stesso e, dopo qualche sguardo intenso, si siano detti che mancò la fortuna, non il valore.

Il Sassuolo abbandona così la sua prima avventura europea, con una giornata di anticipo. Una squadra che fino al 2008 ha militato in serie C, fino al 2013 in serie B e che nel 2016 si è ritrovata in Europa può solo essere orgogliosa di quanto fatto fino ad ora.

Un lungo percorso partito con i due turni preliminari, quando i neroverdi hanno mandato a casa due squadre veterane delle competizioni europee come il Lucerna e soprattutto la Stella Rossa di Belgrado. Tutto questo per non parlare della sfida d’andata contro il Bilbao e del ritorno contro il Rapid, dominato fino a quei dannati minuti finali.

Leggi anche > LE PAGELLE DI ATHLETIC BILBAO-SASSUOLO: QUASI TUTTI SUFFICIENTI

foto: repubblica.it
foto: repubblica.it

Ma siamo ai commiati e, rimpianti a parte, diamo uno sguardo alla sfida di ieri sera. Partita fortunosamente con quell’autogol dei baschi, la squadra di Di Francesco ha fatto fatica ad imporre i suoi ritmi e a costruire il gioco, lasciando il primo tempo tendenzialmente in mano agli avversari, che non hanno fatto certo fatica a pareggiare.

Nel secondo tempo, i neroverdi sono cresciuti esponenzialmente, mettendo più volte paura agli avversari, che hanno colpito due volte nel miglior momento degli emiliani. Niente da fare, quasi ce lo aspettavamo. Se non fosse che Ragusa, trovandosi al posto giusto al momento giusto, ha riacceso le speranze mettendo dentro il gol del 3 a 2.

Tuttavia, è finita così. Più che ai risultati si pensa ora ai problemi delle due nuove tegole cadute sui neroverdi. Avevamo appena sorriso per il rientro di Politano, ora attendiamo notizie su Biondini e Pellegrini, che nel giro di un minuto sono stati costretti a fermarsi. Si trepida soprattutto per il rosso di Cesena, che pare essersi fatto davvero male.

Leggi anche > DI FRANCESCO DOPO ATHLETIC BILBAO-SASSUOLO: “ABBIAMO LOTTATO, RICORDIAMOCI DA DOVE ARRIVIAMO”

gazzola-bilbao
foto: lapresse

Quanto al resto, la prova di Magnanelli e compagni è stata più che positiva. Una difesa piuttosto solida è stata punita due volte su calcio piazzato e una terza su una delle poche imprecisioni della gara. Solo Lirola ha brillato meno, mentre Cannavaro, Acerbi e Gazzola hanno dato la solita solidità.

Davanti, finalmente Ragusa e Ricci riescono a convincere, azzeccando la seconda gara nel giro di qualche giorno. Sembrano entrati in sintonia coi compagni e col campo e possono essere il fattore X in vista del rilancio in campionato.

Campionato che riprenderà lunedì. Si va a Napoli su un campo difficile, peraltro ad affrontare una squadra che ha fame e voglia di riscatto. Ma i neroverdi non sono da meno.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Sassuolo-Hellas Verona 3-3

Sassuolo: sorteggiato il tabellone della Coppa Italia, possibile quarto con la Juventus

Alle 15 di oggi pomeriggio, presso la sede della Lega Serie A di Via Rosellini …