martedì , 22 ottobre 2019
Home / Campionato / Torino-Sassuolo 3-2: il cuore c’è, ma crolla alla fine
foto: Mediaset

Torino-Sassuolo 3-2: il cuore c’è, ma crolla alla fine

Quello che abbiamo visto in Torino-Sassuolo 3-2 non è altro che il simbolo di un’intera stagione, con tanto di note positive e negative a supporto. Il Sassuolo già salvo ha sfidato un Toro ancora in lotta per l’Europa, rischiando di bloccare la corsa della formazione di Walter Mazzarri.

Leggi anche > DE ZERBI: “IL ROSSO HA CONDIZIONATO LA PARTITA”

Niente da fare. In ogni caso, se da un lato la prestazione di Torino ci fa ben sperare, dall’altro non fa che mettere in luce una serie di ingenuità che sono comparse a più riprese nel corso dell’intera stagione e che, nonostante tutto, saranno la prima cosa da correggere il prossimo anno.

Torino-Sassuolo 3-2: cosa vogliamo e cosa non vogliamo vedere più

Il Sassuolo che va in vantaggio al Grande Torino e che riesce a riportarsi avanti seppure in inferiorità numerica è quello che vogliamo vedere.

Leggi anche > CONSIGLI: “L’AVEVAMO PREPARATA PER GIOCARE IN 11”

Quello che resta in dieci per una leggerezza (giusta o non giusta la seconda ammonizione sull’esultanza di Bourabia, è di quello che si è trattato) e soprattutto quello che si fa ribaltare il risultato in due minuti con marchiani errori difensivi è meglio lasciarcelo alle spalle. Troppe volte lo abbiamo visto, troppe volte lo abbiamo criticato. Troppe volte ne abbiamo pianto.

Così si interrompe la lunga striscia positiva dei neroverdi. Che però restano decimi. Difendere quella posizione, ultimo totem rimastoci, sarà difficile. Roma e Atalanta sono fameliche. La prima deve dimostrare che essersi disfatta di Di Francesco non sia stato un errore, la seconda ormai culla un sogno Champions che mezza Italia le invidia…

Leggi anche > LE PAGELLE DI TORINO-SASSUOLO: FERRARI IL PEGGIORE, CONSIGLI IL MIGLIORE

Torino-Sassuolo 3-2
foto: Mediaset
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Sassuolo-Inter 3-4: ancora quattro gol subiti, ma forse questa volta pesano meno

“Mai smettere di pedalare”, Sassuolo-Inter inizia con un tributo al presidente Giorgio Squinzi scomparso lo …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi