domenica , 29 novembre 2020
Home / Campionato / Sassuolo-Udinese 0-1: affetti da un forte disagio psicologico

Sassuolo-Udinese 0-1: affetti da un forte disagio psicologico

È inutile starsi a prendere in giro. Il Sassuolo non c’è. E se c’è è fortemente malato. Affetto da un forte disagio psicologico. Questo è il responso dopo l’ennesima sconfitta interna, quella di ieri contro l’Udinese.

Sarebbe potuta essere l’occasione giusta per rilanciarsi, per creare distacco con le altre squadre impegnate nella lotta salvezza, data la contestuale sconfitta di molte delle concorrenti. E invece no. Ci piace complicarci la vita.

Inutile, ripetiamo, starsi a prendere in giro. La vittoria di Ferrara ci aveva illuso di esserci ritrovati, di aver saputo recuperare l’Occhio della Tigre. Macché. La vittoria contro la Spal è stata un breve sogno di poco più di 30 secondi, confinato e finito con quella rete di Politano ad inizio partita.

Prendiamocela con Bucchi? Sì, boh. Ma anche no. Il modulo, ad esempio, è tornato ad essere lo stesso d’un tempo. E anche con Di Francesco – specie la passata stagione – questo tipo di partite erano all’ordine del giorno. Eppure si segnava. C’erano un Defrel e un Pellegrini in più, c’era un Falcinelli in meno.

Leggi anche > BUCCHI DOPO SASSUOLO-UDINESE: “SIAMO IN TRINCEA, MI METTO DA SOLO IN DISCUSSIONE”

foto: ansa

Ma non è giusto nemmeno prendersela con l’ariete umbro. L’anno scorso a Crotone ha fatto più del dovuto, contribuendo ad una miracolosa salvezza. Il suo feeling con la maglia neroverde però torna a renderlo improduttivo. E guardare in casa d’altri, alle prestazioni di Zapata a Genova, alla prima gioia (su rigore) di Iemmello al Benevento o di Pavoletti a Cagliari non aiutano a migliorare una statistica che parla chiaro: secondo peggiore attacco della serie A.

E il problema non è tanto subire un gol in contropiede, ma essere incapaci di reagire a dovere. La Spal, giusto per dirne una, ieri era addirittura riuscita a pareggiare il conto con la Juve, se non fosse intervenuto (giustamente) il Var. Il Genoa è andato in vantaggio e poi messo in seria difficoltà il Napoli, al momento la migliore squadra italiana, scuotendo gli uomini di Sarri con l’incubo di una rimonta. Siamo sicuri di riuscire a far meglio di queste rivali?

Sperare nella salvezza per via delle sconfitte altrui, augurarsi di avere sempre almeno tre squadre che facciano peggio, considerare il Benevento già spacciato (nota personale: non me ne vogliate, amici sanniti, è proprio a Benevento che sono nato e guardo dispiaciuto alla classifica giallorossa). È questa la tattica neroverde?

Nel primo tempo il Sassuolo ha sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare. Meglio nella ripresa, ma la domanda è sempre la stessa: perché questa palla non entra? Perché gli attaccanti fanno così fatica a fare gol?

Leggi anche > CANNAVARO DOPO SASSUOLO-UDINESE: “BRUTTO MOMENTO, CI MANCA SERENITA’ MA CE LA FAREMO”

foto: ansa

Soltanto la difesa si salva: se non fosse per Acerbi e Cannavaro staremmo peggio, molto peggio. La perdita di Letschert e del mai visto Goldaniga fa il suo, ma nulla si può rimproverare alle colonne arretrate. Gazzola, ad esempio, ieri ha corso più del dovuto, peccando solo di precisione nei cross. E lo ha fatto anche Peluso, alla fine, sebbene è da un suo errore che sia nata la rete di Barak.

Una volta si pregava “Sassuolo, vinci per noi!”. Siamo così delusi da aver trasformato questa preghiera in “Sassuolo, pareggia per noi!”?

Ora arrivano le sfide con il Napoli e con il Milan, che ci crediate o no, ci vorrà qualcosa più di una preghiera per uscirne indenni.

Leggi anche > SENSI DOPO SASSUOLO-UDINESE: “DOBBIAMO ESSERE CONSAPEVOLI DI POTER RECUPERARE I PUNTI PERSI”

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Sassuolo-Inter 0-3, De Zerbi: “Il fatto di cadere non ci deve fare perdere entusiasmo e consapevolezza”

Roberto De Zerbi ha analizzato la prestazione dei suoi nella sconfitta rimediata in Sassuolo-Inter. Queste …