giovedì , 28 gennaio 2021
Home / Coppa Italia / Sassuolo-Spal, De Zerbi: “Vogliamo passare il turno, teniamo a questa gara forse più che al campionato”
foto: Getty

Sassuolo-Spal, De Zerbi: “Vogliamo passare il turno, teniamo a questa gara forse più che al campionato”

Roberto De Zerbi ha parlato in conferenza stampa prima di Sassuolo-Spal (qui la diretta), sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2020/2021.

È ancora calda la sconfitta contro la Juve: “Dopo Torino abbiamo la consapevolezza. Siamo stati bruciati da errori, stanchezza… ma ci lascia la certezza che ce la possiamo giocare con tutti. Lo abbiamo fatto con tutti, tranne con l’Atalanta. In 17 partite abbiamo fatto quello che è nelle nostre corde e nelle nostre potenzialità. Abbiamo un gran margine di miglioramento. Abbiamo visto Defrel quanto sposta. Siamo dipendenti totalmente da Caputo e aspettiamo a braccia aperte che torni, anche se lui non deve dimostrarci più niente. Ha sofferto ad inizio anno e sta facendo fatica a diventare brillanti. Con Caputo possiamo raggiungere un obiettivo straordinario che senza di lui dobbiamo dimenticare”.

Leggi anche > DOVE VEDERE SASSUOLO-SPAL

Per la Coppa Italia la strada è chiara:Lavoriamo insieme da tanto. I ragazzi sono bravi e intelligenti. Sanno preparare le gare anche in pochi giorni. Domani teniamo tantissimo alla partita, pari al campionato. Forse anche qualcosa in più. Cercheremo di prepararla al meglio. Locatelli, Chiriches, Defrel e Caputo non sono usciti al meglio dopo la Juve. Ma abbiamo tanti giocatori che quando li abbiamo chiamati hanno risposto ‘presente’. Non ho paura dal punto di vista della formazione. Anzi, metteremo dentro un undici di spessore. Domani non voglio sapere niente oltre all’atteggiamento di una squadra che vuol passare il turno. Arrivare ai quarti contro Juve o Genoa è un traguardo importante”.

Può essere la via più breve per l’Europa: Non so se la Coppa Italia possa essere una delle strade più brevi per arrivare in Europa. Dopo bisogna scontrarsi contro le big. E negli ultimi anni ha acquisito prestigio, valore e importanza. La partita di domani è un avvenimento importante. Noi dobbiamo onorare la maglia tutte le volte, che sia in allenamento o in partita. Far bene la partita domani ci torna utile anche in vista del campionato”.

Leggi anche > I PRECEDENTI DI SASSUOLO-SPAL

De Zerbi si troverà contro Pasquale Marino: “La Spal è allenata dal mio più grande maestro. Mi ha allenato quattro anni. Sono legato a lui da grande affetto. Mi farà provare una sensazione strana. Rivedersi l’uno contro l’altro fa ripensare a tutto. Ho visto alcune loro partite. Sono organizzati, sanno cosa devono fare, hanno giocatori di serie A. È una partita difficile. È allo stesso livello di una squadra di serie A”.

Il Sassuolo, dice De Zerbi, ha poco bisogno di mercato:Il mercato ci può aiutare, ma la salute e la condizione fisica dei giocatori può farlo ancora di più. Perdere Berardi per un mese, se Defrel stesse bene potremmo recuperarlo. Se Oddei dovesse maturare velocemente, se Caputo dovesse recuperare la forma… in quel caso il mercato mi interesserebbe poco”.

Domani in molti non saranno in campo: Locatelli non ci sarà. Bourabia quasi sicuramente no. Toljan si è fatto male contro la Juve, Chiriches non sta bene e non può ancora fare due partite di fila. Caputo voglio tenerlo a riposo per una settimana. Defrel è uscito malconcio e non partirà dall’inizio. Avremo però 11 giocatori giusti per una grande partita”.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Canale Sassuolo (@canalesassuolo)

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

leonardo sernicola sassuolo spal

Sassuolo, hai visto che partita di Leonardo Sernicola?

Leonardo Sernicola sta crescendo, e molto. A maggior ragione se consideriamo che, appena un anno …