lunedì , 12 aprile 2021
Home / Notizie Neroverdi / Sassuolo: Marco e Veronica Squinzi nella classifica dei miliardari stilata da Forbes
marco e veronica squinzi forbes

Sassuolo: Marco e Veronica Squinzi nella classifica dei miliardari stilata da Forbes

Ci sono due new entries nella classifica dei miliardari stilata dalla nota rivista statunitense Forbes: si tratta di Marco e Veronica Squinzi, i due proprietari della MAPEI e del Sassuolo Calcio. Succeduti al compianto padre Giorgio alla guida del colosso di materiali chimici per l’edilizia, Marco e Veronica sono al 2.674° posto nella classifica di Forbes con esattamente un miliardo di patrimonio netto. Insieme alla famiglia Squinzi, prendono posto in classifica numerosi presidenti di società di calcio italiane: Silvio Berlusconi (Monza) capeggia con i suoi 7.6 miliardi, seguito da Zhang Jindong (7.4 mln, Inter) e Rocco Commisso (7.2 mln, Fiorentina), ma anche i patron di Bologna, Milan, Roma, Vicenza, Juventus, Atalanta e Genoa sopravanzano gli Squinzi in classifica.

Leggi anche > MARCO E VERONICA SQUINZI: “AVANTI CON IL PROGETTO DI NOSTRO PADRE”

La 35esima classifica annuale di Forbes conta 2.755 miliardari, ben 660 in più dell’anno scorso. L’86% di questi è più ricco dell’anno precedente. A comandare la classifica c’è Jeff Bezos, CEO di Amazon, con 177 miliardi di patrimonio: alle sue spalle Elon Musk (Tesla e SpaceX) con 151 miliardi e Bernard Arnault (Louis Vuitton, Sephora) con 150 miliardi. Potete consultare qui la classifica completa stilata da Forbes.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

Prestiti Sassuolo

Prestiti Sassuolo, Settimana 28: Scamacca-gol con la Juve, in rete anche Ghion e Frattesi

SERIE A Cristian DELL’ORCO (Spezia): non convocato per Spezia-Crotone 3-2. Edoardo GOLDANIGA (Genoa): rimasto in …