lunedì , 23 novembre 2020
Home / Campionato / I numeri di Sassuolo-Lazio 1-2: sfuma tutto al fotofinish

I numeri di Sassuolo-Lazio 1-2: sfuma tutto al fotofinish

Al Mapei Stadium è la Lazio, terza forza del campionato, a portare a casa l’intera posta in palio, punendo in maniera severa un buon Sassuolo; decide un gol di Caicedo al minuto 91 dopo che il Sassuolo aveva risposto con Caputo al gol iniziale di Immobile. Arriva dunque un’altra sconfitta per i ragazzi di De Zerbi, la settima stagionale. La notizia della scomparsa della Dottoressa Spazzoli, vedova Squinzi, due giorni prima della partita, ha scosso ulteriormente un ambiente già messo a dura prova delle tante ed importanti defezioni. Tante le assenze nel Sassuolo, in primis quella di Berardi, fermo per un problema muscolare; Defrel invece fa i conti con una distorsione alla caviglia. Ancora fermi Pegolo, Chiriches, Rogerio e Ferrari, quest’ultimo colpito da una ricaduta in seguito al recupero degli ultimi giorni. Reduci dagli impegni con le proprie nazionali Obiang, Traorè e Muldur; recuperato invece Mazzitelli. Attacco dunque rimaneggiato, che costringe il tecnico neroverde a scelte obbligate: Djuricic trequartista alle spalle delle punte Boga e Caputo. Nonostante le tante assenze, i neroverdi sono stati capaci di mettere più volte in difficoltà gli uomini di Simone Inzaghi, unica pecca il risultato.

Leggi anche > SASSUOLO-LAZIO 1-2: DALLA GIOIA DEL GOL DI CAPUTO ALL’AMAREZZA DEL GOL DI CAICEDO

Foto: Sassuolocalcio.it (Capitan Magnanelli contrastato da Ciro Immobile)

Curiosità > Precedenti dalla parte dei bianco-celesti in casa del Sassuolo, i quali hanno perso solamente una delle sei trasferte disputate in Serie A (2-1 nell’ottobre del 2015); per il resto, la Lazio ha conquistato tre successi e due pareggi. Stato di forma incredibile per il bomber della Lazio Ciro Immobile, che nelle prime 13 partite ha già segnato 15 reti, le stesse siglate nel corso dell’intera scorsa stagione. Grande ex della partita Francesco Acerbi, che alla vigila ha espresso il proprio dolore per la scomparsa della Dottoressa Spazzoli. Sesto gol stagionale per Ciccio Caputo, che si porta ad una sola lunghezza dal compagno Berardi. Si rivede in campo Raspadori, alla sua seconda presenza stagionale dopo l’esordio in Serie A alla prima giornata contro il Torino.

Foto: Sassuolocalcio.it (Caputo alle prese con l’ex difensore neroverde Francesco Acerbi)

I numeri della partita > Come spesso accade, il Sassuolo domina nel possesso del pallone, questa volta con il 52% (88% di accuratezza nei passaggi), predominio territoriale che però non significa predominio nella quantità di occasioni crete: infatti la Lazio ha effettuato il doppio dei tiri (10 di cui 6 nello specchio) rispetto al Sassuolo (5 di cui 2 nello specchio). Decisamente più impegnato Consigli rispetto a Strakosha: 4 parate, tra cui una decisiva per il portiere neroverde, che ha grosse responsabilità sul primo gol della Lazio. L’estremo difensore laziale ha dovuto compiere soltanto un intervento. Due le occasioni da gol per il Sassuolo, 5 per la Lazio. Assist Sassuolo: Peluso; assist Lazio: Correa, Luis Alberto. Fuorigioco: Sassuolo 2, Lazio 1; corner battuti: Sassuolo 5, Lazio 8; ammonizioni: Sassuolo 1, Lazio 3.

Foto: Sassuolocalcio.it (Seconda presenza in Serie A per Raspadori)

Quella contro la Lazio era solo la prima di una serie di partite dall’alto coefficiente di difficoltà: i neroverdi dovranno infatti affrontare, da qui a metà dicembre, Juventus (capolista), Cagliari (sorpresa del campionato), Milan (squadra in difficoltà ma col coltello tra i denti), Brescia (gara da recuperare) e Napoli. Cinque partite che diranno molto in termini di ambizioni per la squadra di De Zerbi, un test di prova che darà risposte dal punto di vista della maturità della squadra, che potrebbe caricare o ridimensionare le aspettative per questa stagione. Il primo test domenica 1 dicembre, nel lunch match delle 12:30, all’Allianz Stadium, il Sassuolo sarà ospite della Juventus di Maurizio Sarri.

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Andrea Manderioli

Andrea Manderioli
La favola del Sassuolo lo ha fatto appassionare al calcio. Possiede un archivio personale di dati statistici da lui raccolti e organizzati sul Sassuolo dell'era Mapei. Blogger e collaboratore presso un giornale locale con la passione di raccontare il mondo neroverde anche attraverso i numeri.

Potrebbe Interessarti

Chiriches: “Con il Verona grande vittoria, ora concentrati per l’Inter”

Vlad Chiriches ha commentato la vittoria ottenuta dal Sassuolo in trasferta a Verona, nella quale …