giovedì , 1 Dicembre 2022
sassuolo tiri in porta
foto: sassuolocalcio.it

Sassuolo-Hellas Verona 2-1: ritorno alla vittoria, con tenacia e intelligenza

Sassuolo-Hellas Verona 2-1 segna il ritorno alla vittoria dei neroverdi dopo due sconfitte di fila e prima della sfida contro il Napoli capolista imbattuta nella bolgia che sarà il Maradona. Una vittoria non pulita, raggiunta con intelligenza dai ragazzi di Dionisi che hanno portato a casa tre punti estremamente preziosi che chiudono la giornata numero 11 con la squadra al nono posto.

E se l’undicesima giornata vuol dire aver superato abbondantemente il primo quarto di campionato, vincere contro il Verona non è mai una passeggiata, specie per quanto messo in campo dagli uomini di Bocchetti. Più volte hanno rischiato di raddoppiare e di ripassare in vantaggio, più volte hanno messo in difficoltà la difesa neroverde. Una volta addirittura hanno preso una traversa grazie a un colpo auto-inferto di Frattesi al quale è seguita una gran parata di Consigli.

Leggi anche > LE PAGELLE DELLA SFIDA: FRATTESI DOMINA, PINAMONTI IN AFFANNO

Se avessero vinto, non avrebbero rubato niente a nessuno. A trionfare, però, sul campo del Mapei Stadium è stata la tenacia dei ragazzi di Dionisi, a partire da un Laurienté sempre più padrone del campo e sempre più decisivo. Uno che Berardi e Traoré non li ha fatti rimpiangere e che in attesa del primo e col ritorno conclamato del secondo si prepara a essere devastante.

Ha partecipato a ben 4 reti del Sassuolo tra gol e assist (due per uno, tutti al Mapei Stadium), non male per uno arrivato all’ultimo momento in mezzo allo scetticismo dello sconosciuto e che ha zittito tutti sin dal primo minuto in campo. Anche se stavolta vogliamo aggiungere alla festa anche il lancio al bacio che gli ha confezionato Pedro Obiang. E poi Frattesi, bomber della stagione almeno finora: 4 reti in campionato, dove lascia sempre il segno ogni volta che gioca.

Il Maradona, dicevamo, alla prossima sarà una bolgia. Arrivarci così è ottimo. Tentare di interrompere il momento magico del lanciatissimo Napoli sarà complicato. Ma per ora sognare si può.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

focus junior traorè

Sassuolo, il punto alla sosta: quando vedremo il miglior Traorè?

E’ dedicato a Hamed Junior Traorè, il terzo degli approfondimenti sui giocatori del Sassuolo alla …