sabato , 27 novembre 2021
Home / Campionato / Sassuolo-Empoli, Dionisi: “Sta a noi dimostrare che non siamo assuefatti dai complimenti e dal risultato di Torino”
Sassuolo-Empoli, Alessio Dionisi
foto: sassuolocalcio.it

Sassuolo-Empoli, Dionisi: “Sta a noi dimostrare che non siamo assuefatti dai complimenti e dal risultato di Torino”

In vista di Sassuolo-Empoli, mister Alessio Dionisi ha parlato in conferenza stampa, riferendosi al buon momento dei neroverdi e a come vorrà affrontare la sfida contro la sua ex squadra.

È un periodo molto intenso: “La terza partita in una settimana riserva sempre delle sfide, ancora di più per l’avversario che affronteremo ma anche per ciò che abbiamo affrontato nelle partite precedenti. Sta a noi dimostrare che non siamo assuefatti dai complimenti e dal risultato insperato della partita precedente, era quasi impossibile… ora abbiamo l’Empoli. Hanno fatto più punti fuori casa che in casa, è una squadra che trova il gol con facilità e ha tanti giocatori offensivi bravi. Dobbiamo affrontarla e dare una risposta a noi stessi, una risposta vera in un momento sicuramente positivo. Dobbiamo andarci dietro, ma dipende da noi”.

Qualcuno mancherà ancora: “Ci sarà qualche defezione forzata. Djuricic non rientra, né lo farà Ayhan, che a Torino aveva fatto benissimo. Mi dispiace non avere tutti a disposizione ma recuperiamo Boga. Vediamo chi sta meglio per giocare la prossima partita, a livello di energie fisiche e mentali. Dobbiamo essere bravi ad arrivare a questa partita nella maniera più lucida possibile”.

Leggi anche > LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA SFIDA DEL MAPEI STADIUM

Sassuolo-Empoli, Dionisi: “Siamo motivati, rispettiamo l’Empoli”

Il Sassuolo è motivato: “Siamo tanto motivati. Non pensavamo di trovarci alla terza in una settimana con questa posizione in classifica e con un risultato così positivo. Però ci ricorderemo tutti del risultato positivo solo se daremo continuità. Conosco bene l’Empoli e hanno valori importanti sia tecnici che morali. Vengono da una striscia positiva, sono neopromossi e hanno un mister bravo che li far giocar bene e sanno quel che vogliono. Sanno difendere e sanno ripartire con giocatori offensivi molto bravi. Vogliono rimanere in categoria a tutti i costi. È una squadra che dobbiamo rispettare molto. Noi siamo in crescita e dobbiamo dimostrare che questa crescita non è interrotta”.

Il percorso è ancora lungo: “È normale che ci vuole un po’ di tempo affinché il nuovo e il vecchio diventino una cosa sola. Noi non siamo arrivati a una buona espressione di ciò che possiamo essere. Abbiamo margini di crescita e domani lo dobbiamo dimostrare. È una dimostrazione importante. Tanti ci aspettano al varco. Siamo solo alla decima, dobbiamo essere anche quelli dell’undicesima”.

Dall’altra parte c’è un grande allenatore: “La mia carriera si può avvicinare un po’ a quella di Andreazzoli: è partito dal basso e ha fatto anche altro, anche io l’ho fatto. Mi sento simile a lui ma devo dimostrare di potermi avvicinare a lui e alla sua carriera. Lo rispetto tanto, ho avuto modo di conoscerlo. Sarà un piacere salutarlo, poi ci affronteremo. Fortunatamente gli allenatori non giocano, altrimenti da meno bravo da calciatore e da meno esperto perderei”.

Un parola su Davide Frattesi: “Frattesi sta dando continuità e sta crescendo. Sta a lui dimostrare che non è assuefatto dalla partita precedente, fermo restando se giocherà o meno. Se meriterà oggi giocherà domani o sennò si vedrà. Per tanti aspetti la partita di domani è più difficile di quella di Torino, almeno a livello motivazionale. Va preparata tecnicamente, tatticamente e a livello motivazionale”.

E poi su due difensori che finora hanno trovato poco spazio: Goldaniga ha iniziato dopo con noi. Lui credeva di tornare al Genoa, è stato reintegrato dopo e ha iniziato a sgomitare per trovare più spazio. Io faccio scelte in favore di chi in questo momento dà più garanzie. So che si farà trovare pronto, è un ottimo giocatore. Ha giocato molto in difesa a tre che a quattro. Abbiamo anche Peluso, è stato un ragazzo importante per questa squadra e lo è ancora. Anche lui rientra nelle scelte, anche se ad oggi non ha trovato spazio. Sta dando tutto se stesso come ha sempre fatto da quando è a Sassuolo”.

Seguici anche su Instagram

alessio dionisi allenatore sassuolo sassuolo empoli dionisi
foto: sassuolocalcio.it
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

probabili formazioni milan-sassuolo

Serie A, le probabili formazioni di Milan-Sassuolo: Matheus Henrique scalpita per una maglia da titolare

La 14^ giornata di campionato vede il Sassuolo far visita al Milan, match in programma domenica 28 novembre alle …