martedì , 24 novembre 2020
Home / Campionato / Verso Pescara-Sassuolo, Di Francesco: “Voglio determinazione, già regalato troppo agli avversari. Su Defrel…”
Eusebio Di Francesco
foto: sassuolocalcio.it

Verso Pescara-Sassuolo, Di Francesco: “Voglio determinazione, già regalato troppo agli avversari. Su Defrel…”

Eusebio Di Francesco ha introdotto, in conferenza stampa, la gara Pescara-Sassuolo, in programma domani alle ore 15.00 allo Stadio Adriatico e valevole per la 21^ giornata di Serie A. I biancoazzurri di Oddo sono sul fondo della classifica e sono chiamati a fare punti; d’altra parte non si può dimenticare il momento molto difficile che sta vivendo la Regione Abruzzo a causa dei recenti gravi problemi dovuti alle scosse sismiche e al maltempo che sta flagellando la zona.

Vivo in modo particolare questo difficile momento dei miei conterranei abruzzesi, conoscevo bene l’hotel Rigopiano” esordisce il mister nel video diffuso su Sassuolo Channel “e naturalmente questa situazione mi porta ad essere vicino a chi abita in quelle zone. Il fatto che si debba giocare o meno è una decisione che spetta alle forze dell’ordine. A volte ci vorrebbe maggiore sensibilità davanti a questi eventi, ma d’altra parte giocare o non giocare potrebbe essere positivo e negativo”.

Leggi anche > IL SASSUOLO DONA UNA TURBINA PER L’EMERGENZA IN CENTRO ITALIA

Passando poi alla gara di domani, Di Francesco mostra di non sottovalutare l’avversario: “Sarà una partite insidiosa, un crocevia che potrà tirare fuori tutto l’orgoglio e la determinazione da parte del Pescara, ma io voglio altrettanto dalla mia squadra. Dobbiamo essere combattivi e restare in partita per tutta la gara. Dalle parti di Pescara si dice che questa gara è per loro l’ultima spiaggia ma non dobbiamo dimenticare che mancano ancora ben 18 partite: ciò non toglie che dobbiamo andare alla ricerca di un risultato positivo per tornare a festeggiare i tre punti in trasferta, cosa che non avviene dalla prima giornata di campionato (vittoria 0-1 sul Palermo, ndr)“. Naturale il riferimento alle origini pescaresi del tecnico:“Io ho il cuore biancazzuro ma sono un professionista e voglio portare a casa i tre punti, ho un ottimo rapporto con dirigenza e con Oddo, oltre che con l’ambiente. Lì ho vinto un campionato e ho un ottimo ricordo delle due stagioni passate alla guida del Pescara, ma io ora sono a Sassuolo e voglio il bene del Sassuolo”.

Eusebio Di Francesco
foto: sassuolocalcio.it

All’andata il Sassuolo vinse 2-1 sul campo per poi vedersi annullata la vittoria a causa della celeberrima questione Ragusa: “Il mancato invio della Pec è stata una sconfitta per la Società, non per la squadra. Ci tengo a ribadirlo, ma del resto l’errore è stato nostro e non possiamo prendercela con il Pescara. Abbiamo regalato già troppo a questa squadra ed è per questo che vogliamo vincere. I miei giocatori sentono di aver guadagnato 24 punti in classifica anche se la classifica dice 21″.

Sono deluso e arrabbiato per l’eliminazione dalla Coppa Italia” prosegue poi Di Francesco tornando sul match di mercoledì scorso “i dati dicono che abbiamo avuto ben 11 occasioni da gol ed è assurdo non essere stati in grado di chiudere la partita, tanto più che Pegolo non ha fatto una sola parata. La responsabilità di questa eliminazione è soltanto nostra e in primo luogo mia, mi sarei arrabbiato anche se avessimo vinto solo per 1-0. Dobbiamo tirare fuori la rabbia giusta e dimostrarci capaci di essere grandi anche con le piccole, la superficialità non è accettabile a questi livelli. Abbiamo preso due minuti due gol ed è successo spesso anche in campionato. Devo lavorare ancora a livello mentale per dare la giusta personalità ai giocatori, specialmente a quelli giovani”.

La possibile cessione di Defrel alla Roma tiene banco da un paio di giorni e il mister non può sottrarsi ad una battuta sull’argomento: “Grégoire vive un momento particolare perché sta recuperando da qualche problema fisico avuto in questi ultimi tempi e sicuramente quel che gira attorno a lui a livello di voci non aiuta nessuno. A me non sono mai piaciute queste atmosfere dovute al calciomercato di gennaio”.

Ultima indicazione fornita dal mister è quella sui giocatori disponibili per la gara di domani: “Terranova e Iemmello sono febbricitanti e non saranno convocati, così come Pomini che ha avuto un problema alla caviglia non ancora risolto. Per il resto avrò a disposizione praticamente tutti”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Serie A, il Sassuolo ospita l’Inter nel primo anticipo della nona giornata

Quante sono davvero le squadre che potranno concorrere per lo scudetto? Se l’anno scorso l’Inter …