domenica , 16 giugno 2019
Home / Campionato / I numeri di Sassuolo-Juventus (0-3): la miglior difesa è l’attacco

I numeri di Sassuolo-Juventus (0-3): la miglior difesa è l’attacco

La corazzata Juventus, pur manifestando qualche sbavatura, dimostra di saper sopperire alle assenze importanti in difesa: forfait per Bonucci e Chiellini, entrambi acciaccati ma sulla via del recupero dai rispettivi infortuni. A sostituirli ci hanno pensato Rugani e il neo-acquisto Caceres (per lui il secondo ritorno in bianconero). Il Sassuolo non è dunque riuscito ad approfittare dell’emergenza del pacchetto arretrato juventino, come è recentemente successo all’Atalanta in Coppa Italia e al Parma nella scorsa giornata di campionato. Sebbene il Sassuolo abbia fatto di tutto per provare a scardinare i meccanismi difensivi della squadra di Max Allegri, riuscendo addirittura a mettere apprensione agli avversari nei primi 20 minuti di gara, alla lunga ha prevalso la maggior qualità dei singoli, soprattutto del reparto avanzato. Il Sassuolo ha perso la partita in attacco, non riuscendo a capitalizzare le diverse occasioni create approfittando degli spazi concessi dalla retroguardia bianconera. Il problema del cinismo inizia ormai a diventare cronico, o almeno, in rapporto alla mole di occasioni create, la media di realizzazione del Sassuolo resta piuttosto bassa. Alla difesa neroverde, alle prese con dei fenomeni del calcio internazionale, si può rimproverare ben poco, Magnani e Peluso hanno fatto il loro dovere, Rogério e Lirola hanno spinto sulle fasce.

Foto: Sito uff. Sassuolo Calcio (Locatelli, in periodo positivo, alle prese con Pjanic)

Analizzando i numeri della partita, sebbene l’ago della bilancia penda maggiormente verso gli ospiti, si nota un sostanziale equilibrio su più fronti: 51% di possesso palla per i neroverdi che superano, seppur di poco, i bianconeri, esattamente come accadde all’andata. A sottolineare quanto detto in precedenza ci pensa il dato relativo ai tiri: sono 10 quelli effettuati dalla Juve (di cui la metà nello specchio e tre tramutati in gol), 9 quelli del Sassuolo che però è meno preciso (soltanto 2 i tiri nello specchio); 9 le situazioni che possono essere considerate occasioni da gol per i bianconeri, 4 per il Sassuolo (tra cui una clamorosa a porta vuota con Berardi). Palle perse: Sassuolo 38, Juventus 40; palle recuperate: Sassuolo 30, Juventus 28. Quest’ultimo dato dimostra che il Sassuolo è stato in grado di giocarsela alla pari in mezzo al campo, superando i bianconeri anche nell’accuratezza dei passaggi: 86% contro l’83% della Juve.

Leggi anche: DE ZERBI DOPO SASSUOLO-JUVE: “GARA DI PERSONALITÀ’ E CORAGGIO MA CONTRO LA JUVE E’ SEMPRE DIFFICILE”

Non è stata la giornata dei portieri. Sebbene le statistiche dicano che entrambi gli estremi difensori abbiano compiuto due parate ciascuno, si può dire che entrambi non erano in giornata di grazia: Consigli colpevole sul primo gol di Khedira (rinvio debole e impreciso, che ha portato al tiro di Ronaldo poi respinto malamente per il tap-in del tedesco), e sul secondo di Ronaldo (uscita a vuoto sul corner). Anche Szczesny non è esente da colpe, ma è più fortunato: intervento al limite su Djuricic al 3′ minuto che l’arbitro Mazzoleni giudica regolare dopo la consulta del VAR (ma restano molti dubbi), che poteva costargli caro; uscita a vuoto nel 2° tempo che consente a Berardi di concludere a porta sguarnita (tiro che finisce a lato di poco).

Foto: Sito uff. Sassuolo Calcio (La premiazione di Berardi)

Premiato Berardi per aver raggiunto quota 200 presenze in campionato (179 da titolare, 21 da subentrato) tra Serie A (163) e Serie B (37), traguardo raggiunto domenica scorsa contro il Genoa. A consegnare il premio e la maglia celebrativa al vice capitano del Sassuolo è stato il patron Giorgio Squinzi prima del fischio d’inizio, colui che di Mimmo vuole fare una bandiera, e che ci sta riuscendo.

Per il l’attuale capocannoniere del campionato, ovvero Cristiano Ronaldo, il gol messo a segno ieri è il terzo in carriera ai danni del Sassuolo, che si conferma una delle sue vittime preferite. Sassuolo che esce dunque sconfitto e vede allontanarsi la zona Europa, che ora è a -8 punti. I neroverdi restano all’11° posto e domenica affronteranno l’Empoli dell’ex tecnico Iachini; Rientrerà Duncan dalla squalifica.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Andrea Manderioli

Andrea Manderioli
La favola del Sassuolo lo ha fatto appassionare al calcio. Possiede un archivio personale di dati statistici da lui raccolti e organizzati sul Sassuolo dell'era Mapei. Blogger e collaboratore presso un giornale locale con la passione di raccontare il mondo neroverde anche attraverso i numeri.

Potrebbe Interessarti

Giovanni carnevali ad Sassuolo, carnevali mapei football center

Carnevali: “Il Mapei Football Center è la nostra nuova casa. Sensi e Demiral? Nulla di fatto…”

Durante la presentazione del Mapei Football Center ha parlato anche l'ad del Sassuolo Giovanni Carnevali, che ha fatto un po' il punto sia sul progetto del centro sportivo, che sul futuro del Sassuolo, facendo qualche accenno anche al mercato.

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi