martedì , 20 ottobre 2020
Home / Campionato / I numeri di Napoli-Sassuolo 2-0: quattro gol annullati per fuorigioco, è record in Europa
Filip Djuricic vs Napoli
foto: sassuolocalcio.it

I numeri di Napoli-Sassuolo 2-0: quattro gol annullati per fuorigioco, è record in Europa

“Annullaci anche questo!”: una frase detta almeno tra le due e le tre volte da tutti i tifosi del Sassuolo in collegamento ieri sera per assistere al match con il Napoli. Due gol a Djuricic, uno a Caputo e uno a Berardi, con l’ordine cronologico che segue fedelmente l’aumentare dello stupore nel vedere la chiamata del VAR per un fuorigioco sempre più millimetrico. Che sia merito della linea difensiva napoletana o disattenzioni dei nostri nel finire oltre l’ultimo difensore, si tratta pur sempre di un record europeo: a nessuna squadra, nel Vecchio Continente, erano mai stati annullati quattro gol per fuorigioco.

Analizzando la partita, non si può dire che nel complesso meritassimo la vittoria; ma neanche che il Napoli avesse dominato come ha rimarcato Gennaro Gattuso nel post partita. La verità, come sempre, sta nel mezzo: nessuno si sarebbe scandalizzato per un pareggio. Complessivamente, le statistiche sui tiri sorridono al Napoli, che ha letteralmente bombardato la porta di Consigli nella prima mezz’ora per poi calmarsi nella successiva ora di gioco.

Il Sassuolo,  al di là dei quattro gol annullati (hai detto poco!) che non vanno a referto, ha tirato solo 4 volte contro le 16 del Napoli, centrando lo specchio solo una volta contro le 9 del Napoli. In sostanziale equilibrio, invece, le statistiche su numero e precisione dei passaggi (448 a 446 per il Sassuolo, che è leggermente più impreciso con un 87% contro l’88% partenopeo), così come quello dei recuperi difensivi (29-25 Napoli) e delle ripartenze (7-8 Sassuolo).

Leggi anche > NAPOLI-SASSUOLO 2-0: IL VAR NON E’ UN ALIBI, MA IL RISULTATO E’ BUGIARDO

foto: sassuolocalcio.it

SASSUOLO, UNA BUONA RIPRESA NON BASTA A FARE PUNTI

Le graduatorie individuali rispecchiano l’andamento di quelle collettive: come al solito, i due centrali neroverdi Ferrari e Marlon sono per distacco i due giocatori con più palloni giocati e passaggi riusciti dell’intera partita, seguiti a ruota da Magnanelli; fuori dall’elenco, invece, Manuel Locatelli, un po’ in ombra ieri sera anche a causa dell’ottimo lavoro operato da Lobotka, che ha corso la bellezza di 12,3 km (a fine luglio!).

La crescita del Sassuolo nella ripresa dopo un primo tempo a tinte azzurre è evidente se guardiamo il baricentro delle due squadre. Il Napoli, dopo un primo tempo arrembante (51,43 m), si è abbassato di ben sette metri nella ripresa (44,36 m); il Sassuolo, di contro, è passato dai 48,35 m del primo tempo ad un dato di 56,35 m della ripresa. Sembra assurdo dirlo ma, nonostante la rete gonfiata quattro volte, il Sassuolo è andato a secco per la prima volta nel periodo post-lockdown: non accadeva dallo 0-1 interno con il Parma. Ora restano solo due partite a De Zerbi per provare a raggiungere quota 54 punti, che sarebbe il secondo miglior risultato da quando il Sassuolo è in Serie A.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

sassuolo torino tabellino

Serie A, biglietti Sassuolo-Torino: da oggi la prevendita sul sito del Sassuolo

E’ aperta dalle 15 di oggi la prevendita dei biglietti per assistere a Sassuolo-Torino, match …