lunedì , 23 novembre 2020
Home / Campionato / I numeri di Napoli-Sassuolo 0-2: Locatelli e Lopez, due leader silenziosi
Manuel Locatelli vs Napoli
foto: sassuolocalcio.it

I numeri di Napoli-Sassuolo 0-2: Locatelli e Lopez, due leader silenziosi

Guai a definire lo 0-2 un risultato insperato: mister De Zerbi ha suonato la carica già nella conferenza stampa della vigilia di Napoli-Sassuolo, invitando i suoi a non pensare agli assenti ma solo a loro stessi. Detto, fatto: è arrivato uno 0-2 strameritato, frutto della compattezza di squadra e del cinismo negli episodi chiave.

Se guardiamo le statistiche generali della partita, balza all’occhio che il Napoli abbia assaltato l’area neroverde per buona parte del match, ma peccando di precisione: dei 23 tiri tentati dagli uomini di Gattuso, soltanto 7 hanno centrato lo specchio della porta. Il Sassuolo ha tirato soltanto (si fa per dire) 9 volte, ma in 5 di esse ha centrato lo specchio. E in due occasioni ha segnato, dato da non sottovalutare quando parliamo di calcio. A comandare la classifica individuale sono Victor Osimhen e Dries Mertens, rispettivamente con 7 e 5 tentativi; nel Sassuolo, il primatista è Manuel Locatelli con 2 tentativi (di cui uno vincente), mentre altri sette giocatori hanno tirato una volta a testa.

Leggi anche > NAPOLI-SASSUOLO 0-2: QUANDO SPUNTA ‘O SASSUOLO A MARECHIARO

LOCATELLI-LOPEZ: UN BINOMIO NON SOLO TECNICO

Manuel Locatelli e Maxime Lopez si sono meritatamente presi le luci della ribalta, ma solo in minima parte per aver siglato i due gol decisivi: la loro prestazione è molto, molto di più del timbro sul cartellino. Locatelli e Lopez hanno dominato il centrocampo, risultando i due giocatori con più palle giocate tra i 31 scesi in campo (103 e 96 rispettivamente). Ma non è tutto: a fine partita, il contachilometri del minot marsigliese, MVP della partita secondo la Lega, segna 11,874 km, mentre quello del Loca è arrivato a 11,648 km. Nessuno nel Sassuolo ha corso più di loro due: Rogerio, che è il terzo in graduatoria, ha corso quasi un chilometro in meno.

Ci ritroviamo spesso a parlare della supremazia territoriale e nel possesso palla del Sassuolo. Per quanto riguarda la partita di ieri, i soli numeri non basterebbero a rendere merito alla prova di spessore compiuta dai difensori e dai due mediani, che hanno impostato l’azione dal basso nonostante un Napoli in costante proiezione offensiva. Manco a dirlo, i quattro che hanno giocato più palloni sono neroverdi: oltre ai già citati Locatelli e Lopez, figurano in classifica anche i due centrali, Chiriches e Ferrari (92 e 90). Il 56 a 44 nel possesso palla percentuale a favore del Sassuolo è arrivato proprio grazie alle reti di passaggi tra questi giocatori; difatti, il 70% del possesso neroverde è rimasto relegato nella metà campo difensiva.

Leggi anche > DE ZERBI A VACCA: “COME VEDI MAXIME LOPEZ?”

DOVE PUO’ ARRIVARE QUESTO SASSUOLO?

Nel periodo post-lockdown, nessuna squadra di Serie A è riuscita a tenere a secco il Napoli al San Paolo. Fino a ieri sera. E se contiamo anche le partite in trasferta, ce l’hanno fatta soltanto Atalanta ed Inter a luglio con il risultato di 2-0, come il Sassuolo. E’ ancora presto, decisamente presto per affermare che il Sassuolo abbia registrato i propri problemi in difesa, a maggior ragione se consideriamo i sei gol subiti nelle due uscite precedenti a quella di ieri; ma la strada intrapresa è quella giusta e le partite fino a Natale saranno fondamentali per capire che ruolo avrà il Sassuolo in questa Serie A 2020/2021.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

Chiriches: “Con il Verona grande vittoria, ora concentrati per l’Inter”

Vlad Chiriches ha commentato la vittoria ottenuta dal Sassuolo in trasferta a Verona, nella quale …