sabato , 31 ottobre 2020
Home / Campionato / Focus on Sampdoria-Sassuolo: precedenti e curiosità
foto: sportal.it

Focus on Sampdoria-Sassuolo: precedenti e curiosità

Finita la pausa, domenica all’ora di pranzo i neroverdi saranno impegnati a Marassi contro la Sampdoria nella giornata numero 13 del campionato di serie A.

Due soli i punti in classifica che separano la formazione ligure (al 12° posto) dal Sassuolo (al 15°). Il giocatore più pericoloso dei blucerchiati è senz’altro l’attaccante colombiano Luis Muriel (4 reti finora), insieme al compagno di reparto Fabio Quagliarella (3 gol siglati in questa stagione).

Come sappiamo, il Sassuolo viene da un periodo non esaltante, con tre sconfitte consecutive più l’amaro pareggio del Mapei Stadium contro il Rapid. La Sampdoria ha perso la sua ultima gara il 26 ottobre contro la Juve e nell’ultima di campionato ha bloccato la Fiorentina al Franchi con un utile pareggio.

Leggi anche > SASSUOLO-PESCARA: PRESENTATO ULTERIORE RICORSO AL CONI

Dieci i precedenti tra le due squadre, con due vittorie del Sassuolo, due della Sampdoria e ben sei pareggi. Se guardiamo invece alle sole partite disputate al Ferraris, possiamo contare due vittorie del Sassuolo, due pareggi e una vittoria della Sampdoria. Il miglior marcatore dei neroverdi contro i liguri è il solito Mimmo Berardi. Per lui tre reti realizzate tutte il 3 novembre 2013, permettendo al Sassuolo di ottenere la prima vittoria esterna in Serie A. Per i blucerchiati – sempre con tre reti a testa – ad aver segnato più reti contro il Sassuolo sono invece gli ormai ex Pozzi ed Eder, ora rispettivamente alla Pro Piacenza e all’Inter.

Lo scorso anno, le due gare finirono in maniera positiva per il Sassuolo. La sfida di ritorno, al Mapei Stadium, si concluse con un pareggio a reti bianche. Per quanto riguarda l’andata, giocata a Genova, i neroverdi dominarono il match mettendo a segno tre reti nel primo tempo (Acerbi, Floccari e Pellegrini). Quella Sampdoria, allenata da Montella, fu incapace di reagire e trovò il solo gol della bandiera con Zukanovic, al 90′. Per Pellegrini fu una doppia gioia, dato che quello contro la Samp fu il suo primo gol in Serie A.

L’unico ex della partita è Alfred Duncan, ancora fermo ai box per infortunio. Il centrocampista del Sassuolo ha giocato con la Samp la stagione 2014-2015, prima in prestito dall’Inter e poi riscattato interamente. Per lui un totale di 27 presenze e una rete in blucerchiato, prima di trasferirsi in Emilia.

Leggi anche > VERSO SAMPDORIA-SASSUOLO, MATRI: “DEVO FARE DI PIÚ, VOGLIAMO LA VITTORIA”

sampdoriasassuolo-11_1049160photogallery-cannavaro-duncan-okaka
foto: sportal.it

Infine, diamo come di consueto uno sguardo sulla panchina avversaria. Su quella blucerchiata siede Marco Giampaolo, consacratosi lo scorso anno ad Empoli con un ottimo decimo posto. La sua avventura genovese, cominciata questa stagione dopo essere stato accostato più volte al Milan, sembra essere un ulteriore rilancio. Solo due volte ha incontrato il Sassuolo (e Di Francesco), nel doppio confronto con l’Empoli della scorsa stagione. Una vittoria e una sconfitta a testa, dunque.

Venendo al mister neroverde, Di Francesco ha affrontato sei volte la Sampdoria durante la sua carriera e sempre dalla panchina sassolese. Il bilancio è positivo: 2 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Roberto De Zerbi

De Zerbi in vista di Napoli-Sassuolo: “Tirare fuori il coraggio nelle difficoltà”

Non è un segreto che le molte assenze per infortunio e per Covid abbiano falcidiato …