martedì , 11 maggio 2021
Home / Notizie Neroverdi / E se lo avesse convinto Francesca?
berardi lecce-sassuolo 2-2
foto: sassuolocalcio.it

E se lo avesse convinto Francesca?

Ricordiamo tutti le dichiarazioni estive di lady Berardi, alias Francesca Fantuzzi, che insisteva con il compagno per il trasferimento in un’altra piazza, più importante. “Mimmo, andiamocene a Firenze, con i suoi capolavori artistici e architettonici, con la galleria degli Uffizi”. “Mo ci penso Francè”.

Quasi certamente questa conversazione tra Domenico Berardi e la sua compagna non è mai avvenuta, almeno non in questi termini, ma una cosa è certa: il nostro 25 è rimasto a Sassuolo, scegliendo di diventare la bandiera della nostra società. Giorgio Squinzi, lo ha ripetuto tante volte, voleva che il suo pupillo diventasse la bandiera del Sassuolo. Un desiderio che oggi è realtà.

Leggi anche > DPCM, COSA CAMBIA PER IL SASSUOLO

Mimmo, a quanto ci risulta, non è mai finito sul mercato, lo stesso Carnevali ha ribadito a più riprese quelle che sono le ambizioni della famiglia Squinzi, tenersi ben stretto il giocatore. Tutte le offerte arrivate, infatti, sono state rimandate al mittente. Domenico Berardi è a tutti gli effetti la bandiera del Sassuolo. Con la sua squadra si sta godendo il secondo posto in classifica, mentre solo pochi giorni fa ha segnato anche la sua prima rete in Nazionale. E di questo, ne siamo sicuri, sarà particolarmente felice anche Francesca.

Se poi aggiungiamo il fatto che tra due mesi, giorno più giorno meno, verrà alla luce il primo figlio della coppia Berardi-Fantuzzi, vien da sé pensare che la permanenza di Mimmo sia ancor meno in discussione. “Arriva un tortellino!”, pare gli abbia detto Francesca per annunciare l’inizio della dolce attesa: un modo che più emiliano non si può. Speriamo sia di buon auspicio per il futuro.

Articolo a cura di Cristian Casali

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Cristian Casali

Cristian Casali
Non sono mai stato un vero appassionato di calcio, di quelli che battezzano una squadra e se la portano dietro fino alla bara. Guardavo qualche partita qua e là, preferivo ascoltarmi un cd. Ma poi è arrivato il richiamo del Sassuolo, il ranocchio che diventa principe, così mi sono detto "proviamo". Ho iniziato a seguire la squadra allo stadio, e ora non riesco più a farne a meno. Sono stato catapultato involontariamente in questo mondo, sono diventato un tifoso. E poi adesso, grazie al Sassuolo, mi sento un po' principe anch'io.

Potrebbe Interessarti

prestiti sassuolo

Prestiti Sassuolo, Settimana 32: Brignola in gol, Frattesi uomo-assist

SERIE A Cristian DELL’ORCO (Spezia): non convocato, causa infortunio, per Spezia-Napoli 1-4. Edoardo GOLDANIGA (Genoa): …