mercoledì , 27 ottobre 2021
Home / Campionato / Dionisi dopo Sassuolo-Inter 1-2: “La prestazione non basta, servono anche le vittorie”
Dionisi Sassuolo inter

Dionisi dopo Sassuolo-Inter 1-2: “La prestazione non basta, servono anche le vittorie”

Alessio Dionisi ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match con l’Inter. Il mister dei neroverdi ha dichiarato di essere dispiaciuto per il risultato, ma contento per la prestazione. Ecco le sue parole.

Leggi anche > Le pagelle di Sassuolo-Inter 1-2: bravi ragazzi

Grande prestazione ma zero punti ottenuti: “C’è rammarico per il risultato, un po’ di arrabbiatura per gli episodi, che fanno parte della partita e li dobbiamo accettare. Parliamo di un secondo tempo che doveva essere giocato in modo diverso, ma sono molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto. Non sono contento del risultato perché non ci bastano le prestazioni“. 

Sul contatto Handanovic-Defrel: “E’ inutile continuare a parlarne, credo sia abbastanza evidente. C’è un VAR e va considerato. Non è la prima volta che ci capita, ma come ho già detto sbagliano gli allenatori, sbagliano i giocatori e quindi l’errore nelle decisioni arbitrali fa parte di una partita. Dobbiamo accettarlo fermo restando che oggi è pesato tanto. Defrel ha saltato l’uomo e trovato un ostacolo davanti: che deve fare? Non mi piace parlare degli episodi, ma devo analizzarlo: siamo andati uno contro uno con il portiere, abbiamo creato e l’unico peccato è quello di non aver segnato qualche gol in più. Merito anche all’Inter perché oggi è stata una bella partita. Se ci vuole tanto per spiegare l’episodio credo che sia opinabile“. 

Un’occasione persa: “Sono d’accordo. Oggi abbiamo fatto una prestazione importante: se prima della partita mi avessero detto che avremmo fatto una prestazione del genere avrei firmato solo per la vittoria. Quando facciamo queste prestazioni abbiamo bisogno della vittoria. E’ un peccato perché abbiamo osato, ma alla fine i valori tecnici, i valori fisici e i cambi dell’Inter hanno regalato qualità ai nerazzurri. Nel secondo tempo, prima di prendere il gol, abbiamo creato tante occasioni. Faccio i complimenti ai giocatori, ma le prestazioni non bastano”. 

Sulla gestione di Raspadori: “Bisogna dargli tempo. E dare tempo è anche come oggi: avevo in mente di metterlo in campo a partita in corso a prescindere dal risultato perché sta gestendo bene le pressioni e la visibilità, che si merita. Deve crescere e non si può caricare di responsabilità. Già la scelta di puntare su di lui e Scamacca rinunciando a Caputo gli pesa, dobbiamo aiutarli a crescere e aspettarli. Ha già fatto bene e farà bene, un giovane non può avere tutto e subito. Giacomo è particolarmente equilibrato e ho molta fiducia in lui. 

Su Scamacca: Nella sua crescita Gianluca è leggermente un passo indietro rispetto a Raspadori e deve essere paziente perché anche di lui si parla tantissimo. Ha fatto un solo campionato di Serie A e precedentemente ha giocato in Serie B. Bisogna dargli ancora tempo e solo giocando sia lui che Raspadori potranno crescere”. 

Segui CS anche su Instagram! 

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

diretta juventus sassuolo

DIRETTA Juventus-Sassuolo: live dalle 17:30

Benvenuti sulla diretta di Juventus-Sassuolo, gara valida per la 10^ giornata di Serie A in …