venerdì , 2 Dicembre 2022
dionisi empoli sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Dionisi alla vigilia di Sassuolo-Hellas Verona: “Veneti avversario motivato, dobbiamo trovare il risultato”

Mister Alessio Dionisi ha introdotto il prossimo match dei neroverdi, Sassuolo-Hellas Verona, nella consueta conferenza stampa pre-gara.  Il tecnico ha fornito una panoramica della situazione di forma di diversi potenziali protagonisti, oltre ad introdurre come intende affrontare il team di Bocchetti.

“Dobbiamo innanzitutto cercare la conferma di prestazioni, considerando che i risultati non sempre l’hanno rispecchiata. Ottenere un risultato con il Verona permetterebbe di guardare davanti a noi. Abbiamo ambizione, volontà e voglia di mettersi in discussione per fare il meglio, partendo da lunedì per consolidarci” ha premesso Dionisi. “In settimana eravamo arrabbiati per quanto non raccolto con l’Atalanta, ma d’altra parte questo è dipeso da noi. Dobbiamo sapere che in questo momento possiamo determinare di più rispetto a quello che fa la squadra, c’è la volontà di andare oltre ai valori in campo. Il Verona avrà grande motivazione, è un avversario che non permette di fare grande fraseggio o passaggi, su questo dovremo crescere nell’adeguarci alla partita. Noi abbiamo anche altre qualità da quelle che facciamo vedere normalmente e queste sono le partite giuste per tirarle fuori. Loro sono a loro volta alla ricerca di conferme, hanno cambiato qualche interprete ma ce ne sono diversi di determinanti nelle stagioni precedenti. Il nostro obiettivo non è adeguarci all’avversario ma alla partita, al momento e alle caratteristiche che ci troviamo davanti: abbiamo la qualità per emergere in ogni partita”.

Molta apprensione ha destato l’uscita da campo di Bergamo del 10 neroverde, pochi minuti dopo il suo rientro: “Berardi si sta allenando a parte e questa è una buona notizia. Lunedì non sarà convocato ma siamo sulla strada giusta. Traore’ è un giocatore determinante che deve rimboccarsi le maniche per superare le difficoltà di inizio stagione, in primis l’infortunio: dovrà anche dimostrare di essere cresciuto rispetto alla stessa stagione e mostrare il suo valore. D’Andrea si è integrato molto bene in una categoria diversa da quella delle sue abitudini, è difficile confermarsi in questi contesti e noi dobbiamo accompagnarlo in questo percorso, non so se giocherà dato che non è l’unico che può dare il suo contributo nella posizione normalmente occupata da Domenico”.

L’impiego del centravanti e del terzino sinistro è uno dei punti focali delle scelte di Dionisi in questa prima parte di stagione, oltre alla resa nei nuovi innesti: “Sono molto contento della pre-convocazione al Mondiale di Alvarez: ad oggi sta giocando meno di Pinamonti perché al momento ritengo che Andrea si più pronto, ma Agustin sta crescendo e si sta allenando a dovere. Lo stesso discorso può valere anche per Thordsvedt, che veniva dall’Europa e non dal Sudamerica ma dal Belgio, che è un contesto completamente diverso dal nostro anche per pressione mediatica. Kristian sta facendo bene, ha trovato una bella condizione. Tra Rogerio e Kyriakopoulos è sempre difficile sceglierle: stanno entrambi crescendo e il greco sabato ha fatto un gran gol. Io ora sto dando più spazio a Rogerio e sta facendo bene, mi trovo ogni volta a dover fare delle scelte non semplici”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

focus junior traorè

Sassuolo, il punto alla sosta: quando vedremo il miglior Traorè?

E’ dedicato a Hamed Junior Traorè, il terzo degli approfondimenti sui giocatori del Sassuolo alla …