sabato , 27 novembre 2021
Home / Notizie Neroverdi / Di o De?

Di o De?

Meglio il Sassuolo di Roberto De Zerbi o il Sassuolo di Eusebio Di Francesco?

È complicato dare una risposta a questa domanda, in particolare per noi tifosi. Certamente Eusebio e Roberto sono i due allenatori, almeno negli ultimi anni (da quando il Sassuolo milita nella massima serie), più apprezzati dai supporters neroverdi.

Due tecnici che hanno saputo imprimere il proprio stile alla squadra.

Per entrambi c’è voluto tempo prima di ingranare, Di Francesco nella sua prima stagione di Serie A si è pure procurato un esonero (convincendo però la dirigenza a tornare sui suoi passi) e anche De Zerbi agli inizi è stato in bilico, almeno per qualche mese. Ma poi entrambi sono riusciti ad imporre il proprio gioco alla squadra, dando ai tifosi quello che chiedevano, e così è scoccato l’amore.

eusebio di francesco roberto de zerbi

Di Francesco e De Zerbi sono due tecnici che propongono un calcio spettacolare, molto offensivo. Che hanno garantito prestigio alla nostra società, assicurandogli quel credito a livello europeo che oggi tutti gli riconoscono.

Quelle di Eusebio e Roberto sono due squadre che potremmo definire sfacciate, anche con le grandi, giocano a viso aperto, senza timori. Scelta rischiosa per una provinciale, ma che indubbiamente ha dato i suoi frutti.

Leggi anche > E se il Papu Gomez venisse a Sassuolo…

Di Francesco ha portato il Sassuolo in Europa e De Zerbi continua, in questa stagione, a garantire alla squadra risultati utili, con i neroverdi che navigano da inizio stagione nella parte alta della classifica.

Diventa quindi impossibile fare un confronto tra questi due tecnici e per noi tifosi non ha neppure senso, Eusebio e Roberto rappresentano per noi un passato (seppur recente) e un presente pieni di soddisfazioni, non possiamo quindi fare altro che ringraziarli.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Cristian Casali

Non sono mai stato un vero appassionato di calcio, di quelli che battezzano una squadra e se la portano dietro fino alla bara. Guardavo qualche partita qua e là, preferivo ascoltarmi un cd. Ma poi è arrivato il richiamo del Sassuolo, il ranocchio che diventa principe, così mi sono detto "proviamo". Ho iniziato a seguire la squadra allo stadio, e ora non riesco più a farne a meno. Sono stato catapultato involontariamente in questo mondo, sono diventato un tifoso. E poi adesso, grazie al Sassuolo, mi sento un po' principe anch'io.

Potrebbe Interessarti

noselli uefa b

Due ex attaccanti del Sassuolo diventano allenatori UEFA B abilitati

Nella serata di ieri, il Settore Tecnico della FIGC ha ufficializzato la lista dei nuovi …