lunedì , 12 aprile 2021
Home / Campionato / De Zerbi dopo Sassuolo-Verona 3-2: “Meno possesso palla? Era voluto”
de zerbi sassuolo verona
foto: larena.it

De Zerbi dopo Sassuolo-Verona 3-2: “Meno possesso palla? Era voluto”

Al termine di Sassuolo-Hellas 3-2, Roberto De Zerbi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare il ritorno alla vittoria della sua squadra, un successo che mancava da Crotone-Sassuolo 1-2 del 14 febbraio.

Sulla vittoria: “Penso che abbiamo meritato di vincere, rispettiamo il Verona e andare alti poteva scatenare la loro intensità, per questo ci siamo abbassati perdendo un po’ di possesso palla, ma è stata un’accortezza voluta, così come erano volute le giocate tra le due punte. Nel primo tempo potevamo essere in vantaggio di più di un gol”.

Sulla settimana post Udine: “I primi giorni ero arrabbiato dalla partita, poi abbiamo sbollito la rabbia. Il nostro step in avanti passano dai giocatori di qualità, che devono metterla quando gli è chiesto di farlo. Davanti ho tanti giocatori forti e quando stanno bene ne risentono anche i risultati”.

Sul commento di Juric: “Sono abbastanza onesto e dico quello che vedo: con il Verona puoi sempre perdere, sul 2-2 potevamo perderla, ma è vero anche che nel primo tempo potevamo fare il 2-0 e invece abbiamo subito l’1-1 quando nessuno se lo sarebbe aspettato. Io l’ho vista così, ma magari mi sbaglio”.

Leggi anche > LE PAGELLE DI SASSUOLO-VERONA 3-2

foto: foxsports.it

Sulla linea difensiva e i fuorigioco: “Si sono mossi bene, i miei difensori sono di alto livello, anche se ogni tanto a forza di impostare si dimenticano di essere difensori e sono costretti ad interventi poco sincronizzati tra loro. Ho messo il quinto difensore perché loro avevano Lasagna, un giocatore che mette in difficoltà chiunque in campo aperto, e perché non avremmo perso niente nel gioco mantenendo le due punte”.

Sul prossimo step: “E’ oggetto delle nostre discussioni. Credo che confermarsi ottavi sia strepitoso, se ci riuscissimo: se nessuna delle sette davanti buca, facciamo fatica a tenere il loro passo. Speravo che le italiane andassero avanti in Europa per trovarli più stanchi in campionato. Il prossimo step è il Torino, se vogliamo fare qualcosa in più dobbiamo fare 2/3 vittorie di fila e vedere cosa fanno le altre”.

Sulla rivalità con Juric: “Lo stimo perché ha un’impronta sulla squadra, e so quanto è difficile facendo questo lavoro. Ieri ho detto che il Verona ha fatto meglio di noi perché io ho preso una realtà già consolidata in A, mentre lui ha preso una neopromossa cambiando molti giocatori, con meno esperienza rispetto ai miei. Non penso che ci sia rivalità: siamo diversi e non penso sia una cosa brutta, nessuna delle due idee di calcio è giusta o sbagliata. L’importante è che un allenatore sia supportato dai fatti e credo che per noi due qualcosa si veda”.

Unisciti al nostro canale Telegram!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

Diretta Benevento Sassuolo

DIRETTA Benevento-Sassuolo: dalle 20 il live dal Vigorito

Benvenuti sulla diretta di Benevento-Sassuolo, match valido per la 30^ giornata di Serie A in …