giovedì , 13 maggio 2021
Home / Campionato / De Zerbi dopo Sassuolo-Fiorentina 3-1: “Io e Berardi ci divertiamo molto, valuteremo se sono l’uomo giusto al momento giusto”
Roberto De Zerbi Sassuolo Juventus

De Zerbi dopo Sassuolo-Fiorentina 3-1: “Io e Berardi ci divertiamo molto, valuteremo se sono l’uomo giusto al momento giusto”

Roberto De Zerbi ha parlato ai microfoni di Sky dopo la vittoria per 3-1 con la Fiorentina. Il mister dei neroverdi era soddisfatto per la vittoria e per l’atteggiamento dei suoi. Inoltre, ha svelato il motivo dell’abbraccio con Raspadori. Ecco le sue parole.

Leggi anche > Le pagelle di Sassuolo-Fiorentina 

Sulla partita: “Potevamo fare qualcosa in più a livello di ferocia sia nel primo che nel secondo tempo. Non è una critica ai miei giocatori: li vedo belli e forti. Penso in maniera convinta che sia oggi che nelle 31 partite si potesse fare qualcosa in più. I rigori non li guardo più dall’anno di Foggia perché ne abbiamo sbagliati troppi. Berardi è il nostro fuoriclasse: ha raggiunto una convinzione e una consapevolezza che sposta in ogni partita che gioca, anche in nazionale“. 

Su Berardi: “Credo che Berardi sia già pronto per andare a giocare in una grande squadra. Non so cosa farà in futuro, ma può andare a giocare in una grande squadra da protagonista. Sia io sia lui cerchiamo come prima cosa di divertirci e qui ci divertiamo molto. Non credo che non prenda in considerazione l’ipotesi di andare via, ma solo per continuare il suo percorso e io uguale. Ha segnato 101 gol con il Sassuolo e dimostrare di essere un grande giocatore anche in un grande club non dipende solo da lui ma da come viene utilizzato. Non cambia sport, ci sono solo più pressioni”. 

roberto de zerbi futuro sassuolo sportitalia
foto: sassuolocalcio.it

Sassuolo come nuova Atalanta? Siamo partiti per abbattere il muro delle prime sette ma è difficile scavalcarle. Non metto la mia ambizione davanti a tutto: per me può essere stimolante anche ripartire con un progetto nuovo e puntare alla salvezza. E’ importante capire se dopo tre anni sono ancora la persona giusta nel posto giusto. Negli ultimi quindici anni ci sono stati pochissimi allenatori di squadre di fascia media che sono stati più di tre anni. Un motivo ci sarà. Ho parlato con Carnevali e cercheremo la soluzione migliore per tutti”. 

L’abbraccio con Raspadori: “Tornati da Benevento gli ho detto che dovevamo andare a “rubare i portafogli” per fargli capire che spesso non è malizioso. Il modo in cui ha conquistato il rigore è pieno di malizia e questo mi ha fatto sorridere. Me l’ha detto lui dopo il cambio e questo mi fa piacere: vuol dire che gli è rimasta impressa la frase che gli ho detto. Se migliora in questo, è veramente forte”. 

Unisciti al canale Telegram! 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Martino Cozzi
Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

I numeri di Sassuolo-Juventus 1-3: il Sassuolo gioca, ma a vincere è la Juve

Si ferma a sei la striscia di risultati utili consecutivi per il Sassuolo. I neroverdi, …