venerdì , 30 ottobre 2020
Home / Campionato / De Zerbi alla vigilia di Torino-Sassuolo: “Partiamo da una buona base, siamo pronti per la sfida contro il Toro”

De Zerbi alla vigilia di Torino-Sassuolo: “Partiamo da una buona base, siamo pronti per la sfida contro il Toro”

Prima conferenza stampa della stagione 2019-2020 per mister Roberto De Zerbi che dalla sala stampa del Mapei Football Center presenta la sfida Torino-Sassuolo in programma domani alle ore 20:25 allo Stadio Olimpico Grande Torino. Queste le dichiarazioni del tecnico neroverde raccolte dal nostro inviato Ronny Bonacci. Segui la diretta di Torino-Sassuolo.

Come inizia il Sassuolo questa nuova stagione di Serie A 2019-20?: “Partiamo da una buona base che è quella dell’anno scorso, in più abbiamo messo dentro qualche giocatore che sarà impegnato già da subito, anche perché abbiamo alcuni giocatori indisponibile e le scelte sono anche obbligate. Voglio, proprio come l’anno scorso, che la squadra abbia sempre quell’entusiasmo di giocarsela con tutte, con la stessa umiltà, ma con maggior voglia”.

Il Sassuolo adesso ha un attaccante che può andare in doppia cifra, ci saranno più gol?: “Fare gol e non prenderne è responsabilità di tutti, abbiamo bisogno di un po’ di cattiveria, lucidità e cinismo per poter chiudere le partite, contro lo Spezia potevamo chiudere il primo tempo sul 3-0. Questo vale anche per la fase di non possesso per non prendere gol. E’ un aspetto sul quale ho concentrato buona parte del lavoro svolto in queste settimane, vorrei che diventassimo più solidi e anche più aggressivi”.

Giocare con un centrocampista alto, Locatelli potrebbe prendere la posizione di Sensi?: “Abbiamo un centrocampo con diverse qualità, spero che sia l’anno della consacrazione per Locatelli, è un calciatore sul quale punto tantissimo, è maturato molto rispetto alla scorsa stagione, sta migliorando moltissimo, ma gli manca l’ultimo step per arrivare a fare il salto per poter giocare in un top club. E’ un calciatore che ha tutto. è giovane, deve solo completarsi. Mi aspetto tanto da lui, così come mi aspetto tanto da Rogerio e da Caputo.”

Su Giacomo Raspadori: “Raspadori resterà con noi tutto l’anno, è un giocatore della prima squadra a tutti gli effetti, per lui stravedo e penso che possa avere un futuro molto importante. E’ chiaro che bisognerà capire come finirà il mercato, se arriverà qualche altro giocatore, capiremo in che posizione del campo potrà giocare, io lo vedo più centrale vicino alla porta, è un giocatore completo che può fare tutto, è un giocatore TOP, un Magnanelli ventenne.”

Sulla sfida contro il Torino: “Ho le idee molto chiare sulla partita di domani, mi aspetto una gara di personalità e coraggio, pronti e via a fare quello che p nelle nostre possibilità rispettando l’avversario. Un avversario che con la preparazione è partito prima di noi, che nel mercato si è potenziato e che in questa stagione proverà a puntare la Champions League. Nella gara che ha disputato in Coppa nonostante la sconfitta, penso che abbia fatto una buona partita, ha avuto più occasioni dell’avversario, non meritava di perdere, ma avrà ancora a disposizione la partita di ritorno per provare a centrare la qualificazione, non mi sorprenderebbe se riuscisse a ribaltare il risultato. il Torino ha giocatori forti sia tecnicamente che fisicamente, è un avversario importante e forte che dobbiamo rispettare, ma sono convinto che riusciremo ad imporre il nostro gioco”.

Sul calciomercato: “E’ inutile parlarne oggi, sul mercato ne potremmo discutere a settembre, ad oggi sappiamo che c’è tanto da fare per dare seguito alle parole che abbiamo già speso, per alzare l’asticella e provare a fare qualcosa in più. E’ volontà di tutti provare a fare qualcosa in più. Di contro bisogna dire che abbiamo perso Demiral, Sensi, Lirola e Boateng, dobbiamo quindi essere realisti, sono innamorato di questa squadra, ma c’è ancora da completare qualcosa. le partenza sono state pesanti, ma così come gli arrivi, sono giocatori tutti forti.

E’ un fastidio non avere ancora la squadra completa ad inizio campionato?: “Mi dà fastidio sopratutto nei ruoli di comando del gioco, perchè i difensori centrali e i centrocampisti centrali bassi sono quelli che organizzano il gioco. La partita di domenica non mi preoccupa, ma è chiaro che se tra i sette giocatori di centrocampo e difesa, quattro di questi sono nuovi, è più difficile giocare con le stessa capacità dello scorso anno, ma ci arriveremo. Questa è la difficoltà di fare una squadra in corsa, non vuole essere una scusa, ma certamente da chi giudica è un aspetto che deve essere messo in conto”.

Sul modulo di Torino-Sassuolo: “Giocheremo con la difesa a quattro, quella a tre non l’abbiamo ancora provata e ad oggi non è una soluzione fattibile”.

Come sta cambiando il calcio italiano e il Sassuolo: “Penso che bisogna fare quello in cui si crede, ci sono tanti santoni, ma non c’è una soluzione unica e vincente, altrimenti la seguirebbero tutti. Io faccio quello in cui credo, ascolto il giudizio degli altri, magri cambiando e modificando, ma non sono disposto a stravolgere quella che è la mia idea di gioco che mi fa svegliare al mattino contento di andare ad allenare la squadra”.

Su Obiang: “Obiang e Magnanelli sono alternativi, ma tra un po’ di tempo potranno anche giocare insieme. Con il tempo Obiang potrebbe anche partire da difensore centrale. Abbiamo diversi giocatori che possono giocare in molti ruoli diversi”.

Sul pubblico allo stadio: “Non è detto che la squadra che ha lo stadio pieno debba vincere la partita, questo è stato dimostrato anche l’anno scorso, perché spesso uno stadio gremito di tifosi è uno stimolo per arrivare alla vittoria per entrambe le squadre. Quello che mi auguro è che possa crescere quel gruppetto di tifosi del Sassuolo che è venuto a trovarci a Vipiteno, spero che sia da richiamo per gli altri, la squadra ha bisogno di giocare in un ambiente dove ci sia gente che fa il tifo e non in un teatro. Per creare un pubblico importante ci vuole del tempo e il Sassuolo è in Serie A da soli 7 anni”.

Sui rigoristi: “Il rigorista è Berardi, il secondo è Caputo”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Maurizio Mariani

Designazioni arbitrali 6^ giornata: Napoli-Sassuolo a Mariani

La Lega Calcio ha appena comunicato sul proprio sito le designazioni arbitrali per la sesta …