mercoledì , 25 novembre 2020
Home / Campionato / De Zerbi alla vigilia di Milan-Sassuolo: “A San Siro non per difenderci, ma a giocare”

De Zerbi alla vigilia di Milan-Sassuolo: “A San Siro non per difenderci, ma a giocare”

Alla vigilia di Milan-Sassuolo, gara in programma domani 15 dicembre alle ore 15:00 allo Stadio Meazza di Milano, mister Roberto De Zerbi ha presentato la partita in conferenza stampa. Al Mapei Foootball Center c’erano i microfoni di CanaleSassuolo.it a raccogliere le dichiarazioni dell’allenatore del Sassuolo. Leggi il focus su Milan-Sassuolo.

Sull’avversario: “Il Milan arriva da due vittorie consecutive, ma stava giocando bene da diverse partite. E’ una squadra importante con giocatori di qualità, noi li rispettiamo, ma vogliamo fare la nostra partita concentrandoci su quello che possiamo fare perché abbiamo bisogno di punti. Il Milan è una squadra che sa giocare, dobbiamo stare attenti alla loro fase di possesso. Domani a San Siro ci saranno ottantamila spettatori che festeggeranno i 120 anni del club, noi dobbiamo affrontarli con umiltà perché sappiamo che è una squadra superiore a noi, ma dobbiamo essere coraggiosi e attenti a tutti i dettagli. Bisogna essere vogliosi di fare punti”.

Sul momento del Sassuolo: “Queste ultime partite ci hanno dato la consapevolezza che possiamo giocarcela contro tutti. Rispetto all’inizio del campionato, dove facevamo punti solo contro squadre del nostro livello, adesso riusciamo a fare punti anche contro avversari più forti, come con la Juve, con il Cagliari e la buona prestazione contro la Lazio. Dobbiamo continuare su questa strada e migliorare su quegli aspetti che ci sono costati punti, probabilmente meritavamo di più, ma se così non è stato, è perché qualcosa lo abbiamo sbagliato”.

Su Theo Hernández: “Suso crea delle buone giocate e Theo Hernández è uno di quelli che più ne beneficia, è un giocatore importante. Dovrà stare attento anche Berardi, al quale sarà chiesto di aiutare la difesa. Andremo a San Siro, non solo per difenderci, ma per fare la nostra partita, se contro il Milan ti metti a difendere gli fai gioco facile. Dobbiamo mettere Berardi e Boga nelle migliori condizioni di fare male”.

Su Locatelli: “Il Locatelli di adesso può giocare dappertutto, in allenamento da sempre il 100% ed è un giocatore completo, con noi è un titolare fisso”.

Sui gol subiti: “Abbiamo incassato tanti gol, le nostre partite sono sempre offensive, giochiamo per fare la partita e non per subirla. Con un po’ più attenzione abbiamo una difesa che non è da meno rispetto a quella delle altre squadre”.

Sulla continuità nei risultati: “Ci mancano ancora diverse cose, come ad esempio riuscire a chiudere una partita quando siamo sul 3-1. Anche il Milan ha sofferto in diverse partita, dobbiamo essere bravi a non sprecare e restare concentrati, poi magari potrebbero arrivare tre o quattro vittorie di fila. Se vogliamo fare un bilancio tra occasioni create e quelle subite, siamo in credito. Dobbiamo essere forti di pensiero e di animo anche quando non stiamo raccogliendo, e non solo quando vinciamo le partite”.

Sulla formazione: “Non penso a grandi cambi se non a far riposare qualche giocatore che ha tirato fino adesso, abbiamo tre partite in una settimana, Milan e Brescia sono due partite importanti uguali, dobbiamo stare attenti a non perdere nessun giocatore, stiamo recuperando Rogerio e Ferrari, ma le valutazioni le farò non solo in base all’avversario che dobbiamo affrontare, ma anche sullo stato di forma dei ragazzi”.

Lo stato di Berardi dopo il rigore sbagliato: “L’ho visto bene, anche perché gli ho detto che io in carriera ine ho sbagliati molti di più. Mi preoccuperei e mi arrabbierei se mi chiedesse di non batterli più, ma non è stato così. Tra l’altro ha calciato bene, spiazzando il portiere e colpendo la traversa, non ha fatto gol ma non si può considerare un errore”.

Sula condizione di Andra Consigli: “E’ ancora out, cerchiamo di recuperarlo per la gara contro il Brescia, se Pegolo sta bene come in questi giorni, giocherà lui, avrebbe giocato anche contro il Cagliari, ma nessuno mi ha detto che era in condizione. Ho riguardato la partita contro il Cagliari, Turati ha fatto bene, ha macchiato la prestazione con due scelte non felicissime, ma ha fatto una partita coraggiosa e con personalità”.

Sul mercato: “Mancano ancora tre partite, più che dal mercato mi aspetto che l’infermeria cominci a svuotarsi, io la squadra la vedo completa, ovvio che c’è sempre margine per migliorare, vedremo”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

inter-sassuolo precedenti

Serie A, le probabili formazioni di Sassuolo-Inter: c’è ottimismo per Caputo

La 9^ giornata di Serie A si aprirà sabato 28 Novembre alle ore 15:00 con …