giovedì , 23 maggio 2019
Home / Campionato / Così parlò Eusebio…con un occhio alla Roma

Così parlò Eusebio…con un occhio alla Roma

Eusebio Di Francesco non è certo un allenatore che cerca scuse davanti ad una sconfitta, ancor più se meritata. Raccogliendo le sue esternazioni al termine dell’incontro perso in casa dell’Hellas Verona si ha avuto l’impressione di trovarsi di fronte ad un uomo profondamente amareggiato, quasi un fiume in piena straripante insoddisfazione.

Poca fame, poca determinazione” sono state tra le prime parole del tecnico neroverde, che pur giustificando la sua scelta di inserire un’ulteriore punta nel secondo tempo ha ammesso di non aver saputo trasmettere pienamente ai giocatori i suoi intendimenti: “volevo aumentare i punti di riferimento sotto porta ma non ho ottenuto il risultato sperato”. La scelta di schierare nuovamente il 3-4-3 sperimentato con il Torino, con Lazarevic esterno destro, è stata difesa dal mister, che ha però dovuto ammettere che il laterale ex Chievo “ha iniziato bene l’incontro, ma poi si è un po’ perso”.

difraVR

(foto: repubblica.it)

Riguardo all’incontro del Bentegodi, pur esprimendo qualche riserva sull’arbitraggio (“il primo gol di Toni era in fuorigioco”), il timoniere del Sassuolo ha sgombrato subito il campo dalla ricerca di facili alibi: “non riuscire a sfruttare la superiorità numerica non è accettabile”.

Lo sguardo va direttamente alla gara con la Roma, in programma mercoledì al Mapei. “Non so se cambierò” ha risposto Di Francesco ad una nostra sollecitazione su possibili stravolgimenti di formazione “anche se in tutta sincerità ora come ora il desiderio sarebbe quello di cambiare molto. D’altra parte” ha concluso “non abbondiamo in quanto ad alternative, specialmente in difesa ho carenza di terzini. Vedremo”.

Non rimane che attendere le prossime ore per capire se l’infermeria avrà modo di svuotarsi e almeno uno tra Vrsaljko e Gazzola riuscirà ad essere in pista per la sfida contro i giallorossi di Garcia. Nel frattempo Di Francesco non va per il sottile, chiedendo “una reazione immediata, sedersi sugli allori di una salvezza non ancora raggiunta è controproducente”. Abbiamo visto un mister veramente determinato a cambiare marcia e, nell’attesa di avere qualche coordinata in più sulla squadra che sarà schierata mercoledì sera, non rimane che sperare che dalle parole si passi presto, molto presto ai fatti.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Verso Atalanta-Sassuolo, De Zerbi: “Vogliamo il 10° posto, daremo il massimo”

Roberto De Zerbi parla a La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Il tecnico del …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi