mercoledì , 1 aprile 2020
Home / Coppa Italia / Presentato Beppe Iachini: “Non ho la bacchetta magica, ma farò quello che posso”

Presentato Beppe Iachini: “Non ho la bacchetta magica, ma farò quello che posso”

Beppe Iachini parla in conferenza stampa il giorno prima dell’esordio del suo Sassuolo. Il tecnico ascolano si presenta ai tifosi, parlando delle difficoltà che si troverà davanti e di come vorrà gestirle.

Il primo pensiero è per il suo predecessore: Vorrei salutare Cristian Bucchi, che conosco bene. Da un lato sono dispiaciuto e lo ringrazio per tutto quello che ha fatto. Ringrazio il patron Squinzi e tutta la società per avermi scelto come professionista. Spero di poter fare un bel percorso qui. Ci sono tutte le potenzialità per lavorare bene” .

Innanzitutto è consapevole di non poter fare miracoli: Non ho la bacchetta magica né la presunzione di risolvere tutto in un secondo. Ma posso solo garantire lavoro, professionalità e i risultati arriveranno con questo gruppo. Mi è capitato già altre volte di subentrare in situazioni complicate come questa. Qui c’è il giusto mix di giocatori esperti e giovani, sono ragazzi intelligenti, ora bisogna solo mettersi sotto, rimboccarsi le maniche e conoscersi in fretta. Mi aspetto grande disponibilità da loro e arriveranno i risultati”.

A complicare le cose domani arriva il Bari: “La partita di Tim Cup mi darà indicazioni su quello su cui dovrò lavorare. Ovvio che il top sarebbe stato avere avuto una settimana di lavoro per far capire quello che voglio, ma quella col Bari e poi la partita di Firenze mi diranno dove focalizzare meglio il mio lavoro. Le idee chiare ce le ho”.

Leggi anche > FABIO GROSSO PRIMA DI SASSUOLO-BARI: “SARA’ UNA GARA PIENA DI INSIDIE”

Tutti si chiedo quale sarà il suo modulo: “La squadra deve essere equilibrata, organizzata, avere personalità e gioco. Deve essere incisiva sul campo. Dovremo curare sia la fase di possesso che quella di non possesso. I moduli possono essere tutti giusti e tutti sbagliati. Quello che conta è essere squadra e raggiungere i risultati. Ho giocato con diversi moduli, ma per ora daremo continuità a quello che si è fatto fino ad oggi”.

Da lui in molti si aspettano il rilancio di Berardi: “C’è una chiave per tutti i giocatori, starà a me trovare quella di ciascun di loro. Berardi ha delle qualità note, deve solo ritrovare smalto, ha avuto anche dei problemi fisici e quindi va anche riportato al meglio della condizione. I giovani sono risorse ma giocano e cresceranno e diventeranno giocatori importanti a seconda di quello che mostrano sul campo”.

Per lui quello neroverde sembra il progetto giusto: “Mi avevano contattato altre 4-5 squadre, in serie A e all’estero ma ho preferito aspettare il progetto giusto ed è arrivato il Sassuolo. Non sono integralista, per le scelte mi sono sempre basato sugli uomini. L’idea è quella di dare continuità a quanto fatto fino ad oggi. Ci auguriamo che i nostri tifosi possano tornare allo stadio, perché questa squadra ne ha bisogno”.

beppe iachini conferenza stampa

fonte: sassuolocalcio.it

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

uefa conference league

Europa Conference League: nella nuova competizione giocherà la sesta classificata in serie A

A partire dalla stagione 2021/2022, ovvero la prossima, sarà ufficialmente introdotta una terza competizione UEFA, …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi