mercoledì , 28 ottobre 2020
Home / Campionato / Verso Sassuolo-Milan: il match visto da DNA Milan
foto: repubblica.it

Verso Sassuolo-Milan: il match visto da DNA Milan

La bestia nera chiamata Sassuolo” è questo il titolo dell’editoriale di Daniele Manuelli di DNA Milan.
Aspettando la sfida di Domenica tra Sassuolo e Milan, Manuelli sottolinea che non sarà una gara semplice, ma non manca di caricare i suoi lettori-tifosi, evidenziando il buon momento di forma dei rossoneri e la pluralità di scelte a disposizione di Mihajlovic per la gara del Mapei Staidum. Di seguito l’editoriale del collega di DnaMilan.

«La bestia nera chiamata Sassuolo» di Daniele Manuelli

berardi_milanQuando rifletti su Reggio Emilia nel pensiero dei milanisti c’è il ricordo di quel gennaio del 94’ quanto Desailly, con i rossoneri in dieci, bucò la retroguardia locale dando due punti (allora la vittoria valeva tanto) a una squadra lanciata verso il quattordicesimo titolo e la quinta Champions League . Più abbordabili furono le altre due trasferte quando al “Giglio” ora “Mapei Stadium” il Milan s’impose con due risultati netti (0-4 e 0-3). Reggio Emilia è divenuta ultimamente città amara per il diavolo, esattamente da quando il Sassuolo è approdato nella massima serie e gioca le proprie partite interne nello stadio che è divenuto suo. Il proprietario, l’attuale Squinzi, ci ride sopra, ma non troppo pensando anche al suo cuore che dalla nascita batte per il Milan ma che nella pratica lavorativa è a favore del Sassuolo. Amarissimo fu quel gennaio del 2014 quando un Milan avanti di due gol si fece rimontare e sconfiggere dal Sassuolo per 4-3. Fu la serata di uno strepitoso Domenico Berardi che rifilò ben quattro reti alla squadra allenata da Allegri, ma soprattutto per quest’ultimo fu la fine della parentesi milanista con l’immediato esonero a favore di Clarence Seedorf. La rivincita al ritorno (2-1) nella stessa stagione e l’eliminazione dalla coppa Italia avvenuta l’anno dopo sotto la gestione Inzaghi, sembravano match che avessero allontanato definitivamente l’idea di considerare pericolosi gli emiliani e che quella vittoria fosse stato solo una debacle di concentrazione e di sfortuna racchiusa in una serata storta. Invece non fu così! Il Sassuolo, nel giorno dell’Epifania, prima s’impose a Milano  (1-2) e poi trionfò  al ritorno a Reggio Emilia (3-2) allontanando in quella domenica il Milan dall’Europa che conta,  consacrando definitivamente  Domenico Berardi come “bestia nera” dei rossoneri; sette degli otto gol rifilati in carriera sono stati segnati proprio con la maglia del Sassuolo, uno arrivato anche nella gara di andata di questa stagione dando il benvenuto tra i grandi  al giovane Donnarumma. Proprio il portiere domenica eseguirà il primo giro di boa della sua carriera, infatti è già passato un girone da quando il ragazzo di Castellamare di Stabia si è impossessato della porta e non l’ha più lasciata. A Reggio arriva un Milan in salute, pronto a sfatare il tabù ma le assenze di Niang e Luiz Adriano a favore di Balotelli (favorito su Menez e probabile partner d’attacco di Bacca) non lasciano tranquilli i tifosi che nel reparto arretrato vedranno sostituito lo squalificato Abate dall’incerto De Sciglio, ancora atteso al salto di qualità e alla definitiva maturazione. L’imbarazzo nelle scelte di Mihajlovic arriva dal reparto difensivo dove i centrali Zapata, Alex e Romagnoli sono apparsi affidabili, proprio il colombiano e l’ex Sampdoria e Roma paiono favoriti sul brasiliano Alex, mentre a centrocampo, assente Montolivo per noie fisiche, a sostituirlo ci sarà Bertolacci. Inamovibile lo slovacco Kucka, oggetto  proprio di complimenti dal tecnico serbo il quale ha sottolineato anche la bravura di Galliani nel portare a Milano un giocatore fondamentale per gli schemi rossoneri e costato appena 3 mln di euro. Con l’insidia Sassuolo rispetto al passato occorrerà essere dinamici e attenti in tutti e 90’ minuti ricordando che quest’anno gli emiliani sono stati definiti “schiacciagrandi” proprio per aver battuto Napoli, Juventus, Inter e Lazio, che sia il Milan la prossima vittima? Squinzi in cuor suo, né siamo sicuri, firmerebbe per un pareggio, rossoneri e neroverdi no!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Redazione

Avatar
La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

I numeri di Sassuolo-Torino 3-3: spettacolare rimonta nella nebbia

Nella nebbia di Reggio Emilia, il Sassuolo fornisce un’altra prestazione convincente e compie la seconda …