martedì , 29 settembre 2020
Home / Campionato / Verso Napoli-Sassuolo, Bucchi: “Ora fatti e non parole: chi non è consapevole starà fuori”

Verso Napoli-Sassuolo, Bucchi: “Ora fatti e non parole: chi non è consapevole starà fuori”

Mister Cristian Bucchi non ha ancora smaltito la cocente delusione successiva alla sconfitta casalinga contro l’Udinese. Il turno infrasettimanale porta infatti ancora strascichi: “Sono molto arrabbiato” esordisce il mister nella conferenza stampa pre-partita che introduce Napoli-Sassuolo “le partite si possono vincere o perdere ma l’atteggiamento che abbiamo avuto non è accettabile. Il Sassuolo non può sbagliare da questo punto di vista, dobbiamo essere consapevoli di giocare contro squadre attrezzate e dimostrare massima determinazione. Mi attendo una reazione, è il momento dei fatti e non delle parole. Ora voglio un atteggiamento giusto non a singhiozzo, sarò intransigente su questo aspetto”.

L’avversario di domani alle ore 15 è in testa al campionato ed è certamente un avversario tra i più scomodi da affrontare in questo frangente della stagione: “Il Napoli è una delle migliori squadre in Europa per condizione fisica e mentale. Dal canto nostro per essere competitivi in questa partita dobbiamo essere squadra e avere le giuste motivazioni, sappiamo che ci sarà da soffrire ma abbiamo le qualità per metterli in difficoltà. Sicuramente partiranno forte per mettere la gara sul binario a loro più congeniale, anche magari per gestire e dosare le forze in funzione del loro successivo impegno di Champions. Difficile dire quali giocatori siano più temibili, anche se il tridente offensivo ha estre e intelligenza per trovare un gran numero di soluzioni e spunti sempre nuovi; anche centrocampsiti e difensori hanno grandi qualità fisiche e tecniche. Loro sono fortissimi ma questa consapevolezza non deve portarci a una resa in partenza, non dobbiamo scendere in campo con la voglia di limitare i danni e sperare che le cose vadano bene, anzi dovremo utilizzare la loro forza come ulteriore stimolo”.

 

L’attuale tecnico neroverde ha trascorso a Napoli un periodo importante della sua carriera da calciatore: “Sarà bellissimo per me tornare a Napoli, riabbracciare la gente e una città a cui sono molto legato e dove torno spesso. Durante la partita sarà tutto sospeso, combatteremo e ce la giocheremo. Dal punto di vista degli allenamenti” prosegue il mister “ieri e giovedì sono stati giorni di recupero dopo l’ultima gara, qualcuno ha ancora qualche fastidio o affaticamento. In merito allo schieramento iniziale potebbero esserci alcune modifiche, ho qualche idea ma attendo di definire il tutto con precisione”.

Le ultime parole di Bucchi suonano come un monito per la squadra: “Dobbiamo avere più entusiasmo e un atteggiamento sbarazzino giocando a viso aperto pur con equilibrio, non restare a guardare augurandosi che le cose si mettano bene. Non vogliamo stravolgere il nostro gioco in funzione dell’avversario. Chiaramente è un momento particolare, diversi giocatori non sono a disposizione ma questo non deve diventare una scusante. Chi fa parte di questa rosa” ammonisce il tecnico “ha le caratteristiche per giocare in Serie A e lo deve dimostrare. Il periodo di reciproca conoscenza è finito: ora ho spiegato chiaramente cosa voglio ai miei giocatori e, ripeto, sarò intransigente su questo aspetto. Chi non ne ha la consapevolezza starà fuori”.

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

I numeri di Spezia-Sassuolo 1-4: Caputo vede i 40 gol in Serie A

La prima vittoria del Sassuolo 2020/2021 non ha tardato ad arrivare: alla seconda uscita stagionale, …