giovedì , 18 luglio 2019
Home / Interviste / Squinzi: “De Laurentiis ci scippò Zapata. Il decimo posto? Non sono soddisfatto”

Squinzi: “De Laurentiis ci scippò Zapata. Il decimo posto? Non sono soddisfatto”

Il patron neroverde Giorgio Squinzi parla a La Gazzetta dello Sport dei prossimi impegni neroverdi, facendo anche un bilancio sulla stagione.

Domenica c’è l’Atalanta: «Sarà difficile, molto difficile. L’Atalanta è forte, ha il morale alto. Mi piace: è una bella squadra, ha un bravo allenatore, è guidata da dirigenti di grande livello. I Percassi sono la dimostrazione di quanto anche nel calcio sia importante l’occhio dell’imprenditore, di chi dirige l’impresa. Lo sa quali sono le squadre che amo di più? Nell’ordine: Sassuolo, Milan, Atalanta».

Poi, però, racconta una scaramuccia di mercato risalente al 2013: «Temo tutti, ma in particolare Zapata. Ogni volta che lo vedo m’innervosisco. Era un nostro giocatore grazie a un’intuizione del d.s. Bonato, aveva già firmato il contratto, poi è intervenuto De Laurentiis e lui ha cambiato idea andando al Napoli. Avevamo anche pensato a qualche azione a tutela dei nostri interessi, poi abbiamo rinunciato: non siamo una società rancorosa. Zapata è un vero fenomeno, ha solo impiegato un po’ di tempo a mostrare quanto è forte».

Poi si arrabbia quando gli chiedono se sia soddisfatto del decimo posto del Sassuolo: «No, assolutamente: abbiamo buttato via troppi punti, io ne ho contati almeno 15. E con 15 punti in più, in alto ci saremmo anche noi. Basta vedere quante volte non abbiamo saputo mantenere il vantaggio, mi ha scocciato soprattutto la sconfitta in casa del Torino».

Leggi anche > SASSUOLO: IL 10 GIUGNO SI INAUGURA IL CENTRO SPORTIVO

Poi dà un’indicazione sul mercato che farebbe: «Manca un attaccante di spessore, come Zaza e Defrel, che giocavano con noi, mentre aspetto di vedere finalmente in campo Scamacca. E in difesa manca uno come Acerbi, la buona stagione che ha fatto la Lazio è soprattutto merito suo. Lo considero il miglior difensore centrale italiano, ma non tutti se ne rendono conto».

E dà anche qualche giudizio sui suoi: «Babacar non mi convince del tutto, Berardi ha fatto un buon campionato, è tornato a segnare e gioca anche per la squadra. De Zerbi mi piace ma dovrebbe curare di più la fase difensiva».

L’intervista integrale è presente su La Gazzetta dello Sport del 24 maggio 2019.

>> RESTA AGGIORNATO SUL CALCIOMERCATO NEROVERDE <<

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Da Benevento si è innamorato dei colori del Sassuolo. Giornalista pubblicista e laureato in Relazioni Internazionali, scrive con passione del mondo neroverde.

Potrebbe Interessarti

De Zerbi dopo Udinese-Sassuolo 1-1: “Gol del pareggio a causa di una nostra ingenuità”

Sassuolo-Udinese 1-1. Alla rete di Sensi, sempre più protagonista, ha risposto l’autogol di Lirola. Emiliani …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi