sabato , 19 settembre 2020
Home / Settore Giovanile Sassuolo / Primavera Sassuolo / Il Sassuolo boccia la riforma del Campionato Primavera
Primavera Sassuolo

Il Sassuolo boccia la riforma del Campionato Primavera

Il Campionato Primavera, viene detto da più parti, ha bisogno di una riforma sostanziale: l’apice della piramide del sistema giovanile italiano non fornisce i giusti mezzi ad un giocatore per sfondare nei campionati professionistici più importanti (Serie A e B). Un mese fa, quindi, la Lega si riunì in un’assemblea che approvò, quasi all’unanimità (soltanto Bologna e Sassuolo votarono contro), la riforma succitata: dai canonici tre gironi con spartizione delle squadre geograficamente, l’idea era dividere le 42 squadre in Primavera A e Primavera B. La A si sarebbe accaparrata le migliori 16 squadre, decise in base al ranking dell’ultimo quinquennio e ai risultati della prossima stagione (la riforma, anche se approvata, avrebbe debuttato dal 2017/2018). Non è un campionato chiuso: proprio come nel professionismo, erano previste promozioni e retrocessioni. Ieri, tuttavia, riferisce La Gazzetta dello Sport, non è andata come tutti si aspettavano finisse.

Primavera Sassuolo

Se Bologna e Sassuolo, manifestando il proprio dissenso già a inizio maggio, hanno ragionato sulla natura stessa della riforma, senza fare calcoli riguardo all’eventuale collocazione, altre società, come ben spiegato sulla Rosea, hanno cambiato idea in questo mese e mezzo di tempo. E così, dei 16 voti necessari all’approvazione, ne sono stati raccolti soltanto 14: a Bologna e Sassuolo si sono uniti Crotone, Pescara, Sampdoria, Napoli, Genoa, con Palermo astenuto e Frosinone assente dalla votazione. Si è persa un’opportunità di riformare il Campionato Primavera: chissà tra quanto verrà programmata la prossima assemblea di Lega per discutere del futuro del campionato Under 19 italiano. Stiamo dando la colpa al Sassuolo di questo rinvio? Nient’affatto: se il voto neroverde è stato negativo, un motivo c’è. Non basta che sia indicata la parola riforma: va analizzata la riforma stessa nei suoi pregi e difetti, non indicarla ad occhi chiusi come la panacea di tutti i mali, puntando soltanto sul fatto che la Primavera vada effettivamente riformata. Ad esempio, l’idea è una Serie A a 16 e due gironi di B a 13: non saranno, a loro volta, poco competitivi e utili, questi due gironi? A noi ci sembra più utile, per le squadre piccole, gareggiare anche con squadre forti per migliorare; in questo modo, invece, si favoriscono soltanto le squadre già forti e, soprattutto, le squadre che occupano gli ultimi posti della Serie A, che giocano invece in un campionato molto formativo.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

Diretta Primavera Sassuolo-Empoli

DIRETTA Primavera Sassuolo-Empoli 3-2: Belardinelli riapre il match

Benvenuti alla diretta testuale di Sassuolo-Empoli, gara valevole per la 1^ giornata di andata del …