martedì , 24 novembre 2020
Home / Campionato / Sampdoria-Sassuolo, la prova che le ingenuità si pagano
sampdoria-sassuolo precedenti
foto: bussalino

Sampdoria-Sassuolo, la prova che le ingenuità si pagano

Poteva essere il giorno del riscatto, del ritorno alla vittoria dopo le sconfitte contro le romane e l’Atalanta. Poteva essere il giorno della festa per il rientro in campo di Missiroli e Magnanelli. Poteva essere il giorno delle prime gioiose prestazioni completamente positive di Ricci e di Ragusa.

E invece no. Il Sassuolo torna da Marassi con la quarta sconfitta di seguito e conferma un trend negativo che lo vede concedere e subire molto negli ultimi minuti, ossia quando la partita dovrebbe essere chiusa.

Leggi anche > LE PAGELLE DI SAMPDORIA-SASSUOLO: MALEDETTI EPISODI

Pensare che a sei minuti dalla fine si era ancora sul due a zero fa rabbia, tanta. Le due reti di Ricci e Ragusa sembravano averci dato sicurezza. Troppa, forse troppa, dato che il mancato 3 a 0 di Matri ci era parso un peccatuccio veniale. Ma poi è accaduto l’irrimediabile: dopo la centesima rete in A di Quagliarella e la svista di Acerbi su Muriel è arrivato l’errore degli errori, un rigore regalato agli avversari. Dal dischetto tira ancora Muriel, che non sbaglia e consegna ai suoi i tre punti della vittoria.

Federico Ricci un attimo prima di andare in rete (foto: ANSA)
Federico Ricci un attimo prima di andare in rete (foto: ANSA)

Non scriveremo di una grande prestazione della Sampdoria e non scontenteremo quindi Di Francesco, che ha già tanto per cui incazzarsi. Ma non lo faremo soprattutto perché siamo convinti che, per 84 minuti, la grande prestazione è stata del Sassuolo.

Scriviamo invece di una prestazione maiuscola di Lorenzo Pellegrini, che insieme ai ritrovati Magnanelli e Missiroli può far davvero bene. Manca due volte il gol, ma il numero 6 è uno dei protagonisti. Scriviamo di un Antonino Ragusa che finalmente comincia a girare, inserendosi al meglio negli schemi della squadra, arrivando al gol e fornendo un assist a Ricci. Quest’ultimo ha alzato la testa ad ogni richiamo del mister, trovando la sua prima rete in massima serie.

Al di là del risultato finale, dunque, la squadra sembra star ritrovando il suo gioco. C’è solo bisogno di una concentrazione maggiore. Anche perché, ormai lo sappiamo bene, le ingenuità si pagano.

foto: bussalino
foto: bussalino
GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Serie A, il Sassuolo ospita l’Inter nel primo anticipo della nona giornata

Quante sono davvero le squadre che potranno concorrere per lo scudetto? Se l’anno scorso l’Inter …