lunedì , 20 settembre 2021
Home / Notizie Neroverdi / Pirlo su Locatelli: lo voglioooooo
rinvio torino sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Pirlo su Locatelli: lo voglioooooo

La Juve insiste su Manuel Locatelli. Per Andrea Pirlo, sembrerebbe imprescindibile la sua presenza a Torino: è il giocatore che manca, senza di lui la squadra non gira, serve un architetto in mezzo al campo capace di dispensare palloni a destra e a manca. Ogni giorno la stampa riporta indiscrezioni targate Juventus sui tentativi costanti di portare il Loca a Torino, prima a giugno e ora l’impegno sarebbe già per gennaio.

A noi risulta però che Locatelli, pur attratto da una chiamata che arriva dalla squadra più blasonata della Serie A, non abbia intenzione di lasciare Sassuolo, almeno non per ora. Certamente c’è anche riconoscenza nei confronti di De Zerbi, che ha saputo rigenerarlo, ha creduto in lui fin da subito, l’ha accompagnato in questo cammino di crescita e maturazione, ma, soprattutto, lo ha valorizzato anche quando le sue prestazioni non erano proprio eccelse.

LEGGI ANCHE > Serie A, le probabili formazioni di Roma-Sassuolo: neroverdi ancora senza Caputo

Locatelli è arrivato, dal Milan, al Sassuolo nell’agosto del 2018. Dopo una prima stagione in salita il cambio di passo si è visto dal secondo anno in neroverde, con un’esplosione vera e propria a metà campionato. Nessuno ha mai messo in dubbio le qualità del giocatore, ma certamente qualcosa mancava, forse solo il coraggio di mostrare il proprio valore. De Zerbi ha lavorato tanto su di lui, come ha ammesso lo stesso Locatelli, riuscendo a far emergere le virtù del campione.

Oggi Manuel è il fulcro del centrocampo, l’unico giocatore neroverde che in questa stagione (assieme a Consigli) ha giocato tutte le partite senza mai essere sostituito (con prestazioni peraltro eccellenti), un calciatore fondamentale per la squadra e ora anche per la Nazionale. Nazionale che ha raggiunto certamente per meriti suoi, anche se quanto fatto da De Zerbi indubbiamente ha contribuito.

Lasciare il Sassuolo sarebbe stato un rischio, ma, a quanto ci risulta, Locatelli non ci ha mai davvero pensato. Ha scelto, in questo modo, di continuare nel suo percorso di crescita, senza pressioni, ha fatto quello che era più giusto per lui.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Cristian Casali

Non sono mai stato un vero appassionato di calcio, di quelli che battezzano una squadra e se la portano dietro fino alla bara. Guardavo qualche partita qua e là, preferivo ascoltarmi un cd. Ma poi è arrivato il richiamo del Sassuolo, il ranocchio che diventa principe, così mi sono detto "proviamo". Ho iniziato a seguire la squadra allo stadio, e ora non riesco più a farne a meno. Sono stato catapultato involontariamente in questo mondo, sono diventato un tifoso. E poi adesso, grazie al Sassuolo, mi sento un po' principe anch'io.

Potrebbe Interessarti

Jens Odgaard Waalwijk

Prestiti Sassuolo, Settimana 3: in gol Odgaard, al via la Serie D

Prestiti Sassuolo SERIE A Martin ERLIC (Spezia): in campo 23 minuti da titolare in Venezia-Spezia …