giovedì , 1 Dicembre 2022
Dionisi napoli-sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Napoli-Sassuolo, Dionisi: “Vogliamo metterli in difficoltà. Berardi? Si sta allenando ma…”

Mister Alessio Dionisi ha parlato in conferenza stampa prima di Napoli-Sassuolo, facendo riferimento alla gara di domani, alla condizione dei neroverdi e alle aspettative.

L’avversario è sicuramente nel momento migliore del campionato: “Rispettiamo tantissimo il Napoli, dobbiamo avere un pizzico di presunzione ma anche ambizione per pensare di andare là e avere le occasioni per provare a ottenere un risultato positivo, sapendo che possiamo essere l’ennesima squadra sconfitta dal Napoli ma vorremmo essere la squadra che li mette in difficoltà. Sappiamo che il Napoli di questo momento rende la partita quasi ingiocabile e ha fatto grandissimi risultati in Champions e Campionato. Li sta ottenendo per merito, per gioco, per organizzazione. Con le nostre caratteristiche: gioco, organizzazione e individualità cercheremo di fare gioco contro il Napoli. Non snaturandoci e sapendo che bisognerà difenderci bene e cercando di essere efficaci nelle occasioni offensive che ci capiteranno“.

Il Sassuolo sta difendendo bene e subisce pochi tiri: “Subire meno tiri in porta possibile è la strada migliore per cercare di subire meno gol. Poi credo che domani questo numero potrebbe alzarsi perché giochiamo contro il Napoli che è una squadra che calcia tanto in porta, fa tanto possesso, crea occasioni da gol… però dobbiamo continuare sulla nostra strada, ovvero una fase difensiva di squadra ma individuale in alcune zone del campo. La squadra sta migliorando, è cresciuta e tutto questo passa dalla volontà e dall’atteggiamento che sta un pochino cambiando e questo è positivo“.

Un commento su Frattesi: “È un giocatore che sta crescendo, ha fatto un campionato in crescendo l’anno scorso. Quest’anno non ha ricominciato da dove ha finito, con un rendimento altalenante forse a causa del mercato. Ma è normale per un giovane. È rimasto con la volontà di rimanere e le sue prestazioni lo dimostrano. Sta mettendo sul campo le caratteristiche che abbiamo visto negli anni scorsi. È normale che giocare in B è una cosa, in A ne è un’altra, in una squadra che ti mette nelle condizioni di esprimerti ancora di più. Ma se si parla così di un giocatore singolo, il merito è della squadra che lo mette in condizione di esprimersi. Cerco di avere lo stesso rapporto in campo con tutti, poi è chiaro che ogni giocatore prende rimproveri e ‘carezze’ in un modo o in un altro“.

La formula è chiara: “Domani dovremo fare una prestazione giusta, essere bravi con la palla perché ce l’avremo anche noi. Dovremo essere bravi e abbiamo la possibilità di mettere in difficoltà il Napoli. Tutti sanno che loro creano tanto e fanno gol. Loro ci metteranno molto in difficoltà ma noi dobbiamo essere coscienti di poter mettere in difficoltà loro, magari mettendo da parte il 6-1 dell’anno scorso anche se un minimo dobbiamo attingere anche da lì. Vogliamo fare bella figura e magari ottenere un risultato positivo. Dobbiamo pensare a noi. Il Napoli lo rispettiamo. Ma se facciamo così difenderemo anche su tutte le loro occasioni. Dobbiamo pensare a noi con palla e senza palla. Spero di aver trasmesso il messaggio alla squadra“.

Un commento su Raspadori: “Per quanto riguarda Jack, non mi stupisco di quello che sta facendo e di ciò che sarà e che sarà migliore di quello che sta facendo. Lui è andato a Napoli per quello che ha fatto qui, è entrato come sa fare lui in una squadra nuova. Ha grandi qualità. Non mi sorprende e non mi sorprenderà in futuro. È destinato a ottenere grandi cose. Cosa gli dirò? Lo saluterò, sarò contento di vederlo e forse anche lui sarà emozionato. Lui ha bisogno solo di essere accompagnato, a Napoli come quando era qua“.

Poi su Ferrari, Pinamonti e Berardi: “Ferrari è il capitano della squadra, il suo rientro è importante. Chi ha giocato ha fatto bene, abbiamo ottenuto il risultato pieno. Rientra il capitano e potrebbe giocare. La sua assenza è stata pesante per la squadra, non solo in campo. Lui è un leader di questa squadra. Berardi si è allenato fino a poco fa, ma non lo ha fatto con la squadra. Domani non sarà della partita e a oggi non so dire i suoi tempi di recupero. Però il fatto che si stia allenando da una settimana è positivo. Pinamonti? Se dovesse giocare dall’inizio mi auguro che continui con la striscia di prestazioni positive che sta facendo, è in base a quelle che si giudica più che sui numeri. Mi auguro che sia in linea, se poi riuscirà a far gol, sono sicuro che li farà“.

Seguici anche su Instagram

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

focus junior traorè

Sassuolo, il punto alla sosta: quando vedremo il miglior Traorè?

E’ dedicato a Hamed Junior Traorè, il terzo degli approfondimenti sui giocatori del Sassuolo alla …