sabato , 18 settembre 2021
Home / Notizie Neroverdi / Matheus Henrique si presenta: “Il Sassuolo mi segue da due anni, voglio adattarmi in fretta”
Matheus Henrique
foto: sassuolocalcio.it

Matheus Henrique si presenta: “Il Sassuolo mi segue da due anni, voglio adattarmi in fretta”

Matheus Henrique è stato l’acquisto più oneroso dell’ultima sessione estiva di calciomercato: arrivato dal Gremio in prestito con obbligo di riscatto a 15 milioni (bonus inclusi), il centrocampista brasiliano ha esordito in maglia neroverde nella sconfitta per 2-0 in amichevole contro la Cremonese. Ecco le sue prime parole da giocatore del Sassuolo, raccolte da SassuoloChannel:

Sui primi calci al pallone: “Sono stato quattro anni nella squadra del Sao Caetano, è stata la squadra che mi ha sostenuto ad inizio carriera nel professionismo, lì sono maturato come calciatore e ho avuto l’opportunità di andare al Gremio. Sono andato via di casa presto, già da quando avevo 13/14 anni, per raggiungere il mio sogno nel cassetto, e grazie a Dio l’ho realizzato. Ogni giorno cerco di volare sempre più in alto”.

Sul Gremio: “Nel 2017 ero già nel Gremio ed ero molto felice di esserci perché è un club conosciuto in tutto il mondo. E’ stato un punto molto importante della mia carriera: lì ho conquistato campionati, vinto premi individuali, ottenuto la Nazionale e la Medaglia d’Oro alle Olimpiadi, fino alla chiamata in Europa del Sassuolo. Penso che il Gremio sia stato il trampolino di lancio per raggiungere tutti questi traguardi e continuo a lavorare duro per raggiungerne altri. Nella mia crescita personale mi sono dovuto adattare ai ritmi che il professionismo impone, ma ci sono riuscito in breve tempo: il Gremio lo porto nel cuore e Porto Alegre è una città che amo, lì ho intrattenuto molte amicizie e sono felice che il mio nome sia rimasto nel cuore di club e tifosi”.

matheus henrique hellas verona sassuolo
Foto: Transfermarkt

Sul suo ruolo in campo: “Sono un centrocampista a cui piace impostare, mi piace il possesso palla ma anche far correre la squadra e inserirmi di sorpresa in area. E’ così che mi sono messo in evidenza nel Gremio ed è così che ho fatto la maggior parte dei gol”.

Sulla Nazionale e sull’oro olimpico: “E’ uno dei momenti che ricordo quotidianamente e che è rimasto impresso nella mia memoria, è stato come vivere un sogno che si è realizzato e che mi ha visto giocare al fianco di giocatori del calibro di Dani Alves, Neymar, Casemiro, calciatori conosciuti in tutto il mondo. Lavoro costantemente per rivivere questo sogno nuovamente. L’oro olimpico è stato un’altra grande emozione, chiunque partecipi alle Olimpiadi ha come obiettivo l’oro. I 40 giorni trascorsi a Tokyo li ricorderò per sempre perché nella storia delle Olimpiadi il Brasile ha vinto solo due volte e in una di queste ho avuto il piacere di essere presente”.

Sull’opportunità Sassuolo: “Il Sassuolo era già in contatto con il mio procuratore fin dal secondo semestre del 2019: lì c’è stato il primo abbocco, ma per problemi contrattuali tra le due società non mi sono trasferito. Il Sassuolo però ha insistito e oggi sono finalmente in questo grande club. Ho sempre seguito il calcio europeo perché mi piace molto, ho seguito la crescita del Sassuolo che negli ultimi anni ha ottenuto grandi risultati in Serie A, scoprendo grandi calciatori e regalandone altri alle Nazionali, italiana e non solo. Ciò che mi ha spinto a venire qui è stato il forte interesse della società, che ha scommesso su di me: spero di non deludere le aspettative”.

Leggi anche > IL FOCUS SULLA ROMA, PROSSIMO AVVERSARIO DEL SASSUOLO

Su Rogerio: “Mi ha parlato in maniera positiva dei tifosi: ci raggiungono allo stadio per sostenerci, all’hotel prima delle partite. Porto Alegre è una città grande, in proporzione ben diversa da Sassuolo, ma sono felice che pian piano stiamo tornando alla capienza del 100% negli stadi. Speriamo di contare quanto prima nel sostegno dei nostri tifosi. Conoscevo già Rogerio, siamo stati convocati entrambi nel 2019 per un torneo in Francia (Torneo di Tolone, ndr) e lì ho avuto l’occasione di chiedergli informazioni sul Sassuolo: lui mi ha dato ottimi feedback che mi hanno convinto ad accettare il trasferimento. Già allora iniziai a seguire il Sassuolo: è una squadra che gioca bene, ha un ottimo possesso palla e uno stile di gioco molto simile a quello del Gremio e credo che non soffrirò molto il cambio di filosofia di gioco”.

Su Dionisi e sui compagni: “Le prime impressioni che ho avuto sono positive: è un ottimo allenatore, lavora molto sul piano motivazionale, è esigente ed attento negli allenamenti. Sono sicuro che otterremo grandi risultati con lui. Già dal primo allenamento ho notato l’elevata qualità dei calciatori, molti di loro giocano in Nazionale. Sono stato accolto molto bene, nonostante non capisco ancora molto l’italiano lo staff si sta sforzando affinché io riesca ad adattarmi quanto prima. Il Mapei Football Center? E’ un gran bel centro di allenamento, l’avevo già visto su internet ma vederlo dal vivo è fantastico”.

dionisi cremonese sassuolo
foto: sassuolocalcio.it

Sulla Serie A: “So che è un campionato molto competitivo e ricco di giocatori di qualità, conosco il livello generale ma conosco anche la qualità della nostra squadra. Sono sicuro che faremo una grande stagione”.

Sugli obiettivi: “Adattarmi più in fretta possibile, imparare la lingua e lo stile di gioco. Non sarà facile, Rogerio mi ha detto che anche i suoi primi 3 mesi non sono stati facili, ma sarà positivo apprendere abitudini nuove e una cultura nuova. Il 97? Mi piace molto, lo utilizzo anche sui social. Rappresenta il mio anno di nascita, nel Gremio non ho potuto usarlo perché il limite era fino al numero 30″.

Un messaggio: “Sono molto felice di essere qui, nella mia nuova casa. Come detto, spero di adattarmi più velocemente possibile per ripagare la fiducia dimostrata fin da prima che arrivassi. I tifosi possono stare tranquilli ed essere certi che avranno un giocatore che si adatterà alla cultura locale, alle abitudini della città, che apprenderà la lingua italiana, e che soprattutto darà il massimo in ogni allenamento e partita“.

Segui CS anche su Instagram!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Appassionato di calcio, ho deciso di condividere la passione per il Sassuolo e per la scrittura con Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

ferrari siviglia

Sassuolo-Torino 0-1, Gian Marco Ferrari taglia il traguardo delle 300 presenze da prof

In una serata complessivamente negativa del Sassuolo, quella di ieri sera contro il Torino, uno …