lunedì , 28 settembre 2020
Home / Campionato / Le pagelle di Sassuolo-Juventus 0-2: difesa da incubo
(foto: Afp)

Le pagelle di Sassuolo-Juventus 0-2: difesa da incubo

Il Sassuolo, come da pronostico, esce sconfitto dalla sfida interna contro la Juventus: è un 2-0 che rispecchia in pieno quanto visto sul terreno di gioco, anzi, è persino un risultato che sta stretto ai bianconeri per la superiorità, atletica e mentale, dimostrata oggi al Mapei Stadium. Andare sotto al 9′ contro una squadra che 17 volte su 18 in campionato ha vinto da situazione di vantaggio è potenzialmente devastante. La difesa viene sempre presa alle spalle, Mandzukic e Cuadrado fanno ciò che vogliono e Higuain vince ogni contrasto con la difesa. Davanti, le cose non vanno tanto meglio: al di là di Matri, sul quale le aspettative sorvolavano lo zero, la fase offensiva del Sassuolo è stata sterile, annientata senza particolari sforzi da una Juve mastodontica. Bene solo Politano, autore dell’unica palla gol degna di nota (come fu, d’altronde, anche all’andata a Torino), e Aquilani, che non crolla mai.

(foto: Afp)
(foto: Afp)

LE PAGELLE DI SASSUOLO-JUVENTUS 0-2

Andrea CONSIGLI 6+: si oppone bene ad Higuain nel secondo tempo, poi si limita a raccogliere il pallone dal fondo del sacco.

  • Luca ANTEI 4,5: non sa da che parte iniziare per contenere un mastino come Mandzukic. Nel dubbio, non inizia proprio. Bypassato da un tacco del croato in occasione dell’1-0 e sempre in ritardo sui lanci dalla destra di Cuadrado.  

Paolo CANNAVARO 5: regala palla ad Higuain sul 2-0 bianconero. Anche lui non ha la più pallida idea di come arginare un giocatore come il Pipita.

Francesco ACERBI 5: cade anche Ace in un pomeriggio tetro come quello di oggi. In ritardo sull’1-0 di Higuain e messo sempre alle corde da giocatori più veloci di lui.

Federico PELUSO 5: una buona chiusura nel finale su Higuain è una magra consolazione in confronto a tutte le sgroppate concesse a Cuadrado su quell’out. Assente.

Luca MAZZITELLI 5+: quando i ritmi si alzano, escono tutti i limiti dell’ex Brescia. Quando è pressato va in panne e la Juve ha vita facile nello scippargli la sfera (dal 58′ Alfred DUNCAN 6-: non è che demeriti, ma con il suo ingresso in campo la situazione non cambia granché).

Alberto AQUILANI 6: si salva l’ex Pescara, che in mezzo al deserto cerca inutilmente proseliti. Imposta con precisione, confermandosi il valore aggiunto del centrocampo neroverde.

Domenico BERARDI 5,5: nel primo tempo si muove molto bene, facendosi vedere negli spazi tra le linee ma senza, tuttavia, essere servito, vuoi per la difesa juventina, vuoi per la scarsa precisione dei compagni. Nel secondo tempo esce dalla partita come gran parte dei compagni, ma la grinta nei contrasti la mette sempre.

Lorenzo PELLEGRINI 5,5: qualche buona giocata estemporanea, ma è troppo poco per meritarsi la sufficienza (dal 59′ Gregoire DEFREL 6: vede pochissimi palloni, la gestione della Juve nella mezz’ora finale è qualcosa di magistrale).

  • Matteo POLITANO 6,5: nelle partite più difficili, Politano è sempre presente. Pressa come un matto nel primo tempo, rubando una palla a Bonucci nell’area bianconera che poteva portare al gol. Con il vantaggio bianconero aiuta maggiormente Peluso; si costruisce l’unica palla gol della propria squadra tirando con il destro, non il suo piede preferito. 

Alessandro MATRI 5,5: fa quello che può, cioè poco. Non ci voleva un analista tattico per capire che sarebbe stato un lungo pomeriggio per Matri. Vanifica qualche buona giocata delle ali per una lettura sbagliata della situazione (dal 75′ Antonino RAGUSA SV).

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Gabriele Boscagli
Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile. Per contattarmi scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it

Potrebbe Interessarti

De Zerbi dopo Spezia-Sassuolo 1-4: “Potevamo fare anche più gol, vogliamo essere protagonisti di questo campionato”

Roberto De Zerbi ha parlato nel post-partita di Spezia-Sassuolo 1-4, raccontando la sua visione rispetto …