sabato , 31 luglio 2021
Home / Campionato / Le pagelle di Sassuolo-Genoa 2-1: Raspadori regala i primi tre punti del 2021
foto: Diretta.it

Le pagelle di Sassuolo-Genoa 2-1: Raspadori regala i primi tre punti del 2021

Le pagelle di Sassuolo-Genoa 2-1

Andrea CONSIGLI 6: graziato dal palo di Scamacca al 17′, trema sul destro ravvicinato di Shomurodov. Non può nulla sul gol del pareggio. Per il resto non corre mai pericoli e guida bene la linea difensiva. Nel finale ammaestra con tranquillità gli spioventi genoani.

Mert MULDUR 6: è suo il primo tiro pericoloso del Sassuolo: al 30′ ci prova al volo dal limite dell’area ma Perin gli nega la gioia del gol. Quando ha spazio prova a buttarsi in avanti ma spesso e volentieri sbaglia negli ultimi metri. Si comporta bene anche in fase difensiva soffrendo veramente poco.

Kaan AYHAN 5: soffre tantissimo la velocità di Shomurodov e se lo perde sul gol del pareggio. Perde troppi contrasti e arriva in ritardo su troppi palloni. Meglio da terzino che da centrale.

Gian Marco FERRARI 6: sempre preciso e puntuale su Scamacca, al 29′ nega il vantaggio al bomber rossoblu con una chiusura degna di nota. Guida la linea difensiva con grande personalità affermando sempre di più il suo ruolo di leader della squadra. Sicurezza.

ROGERIO 6: spinge poco nella prima frazione perché viene ben contenuto da Zappacosta, ma quando può si sgancia in avanti e ne giova la manovra neroverde. Nella ripresa c’è poco spazio per attaccare e rimane bloccato in difesa facendo una bella figura.

Francesco MAGNANELLI 6: viene premiato prima del match per le 500 presenze in neroverde, ma la sua prova è nel complesso buona. Si vede poco ma dà equilibrio e fisicità alla mediana neroverde (dal 58′ Mehdi BOURABIA 6: entra e viene subito ammonito per un entrata fuori tempo. Tanta sostanza e poca qualità, proprio quello che serviva per vincere).

Manuel LOCATELLI 7: è il migliore lì in mezzo. Sempre presente sia in fase di impostazione che in quella difensiva: spesso si stacca e va a pressare alto la difesa genoana creando qualche grattacapo. Si inventa un lancio perfetto di cinquanta metri per Boga che regala il vantaggio ai neroverdi. Dopo Berardi, è la vera anima del Sassuolo (dal 74′ Pedro OBIANG 6: senza infamia e senza lode, entra e dà sostanza al centrocampo).

Domenico BERARDI SV: non incide come al solito sulla destra e De Zerbi lo sposa a sinistra, ma la sua partita finisce in anticipo al 34′ per un problema muscolare (dal 35′ Gregoire DEFREL 5,5: male da esterno, meglio da prima punta. Sbaglia ancora troppi passaggi chiave sprecando tante potenziali occasioni in contropiede. Colpisce anche un palo dopo una grande giocata in area di rigore).

Filip DJURICIC 5,5: la litigata con De Zerbi gli ha fatto bene: nel primo tempo si fa trovare tra le linee e guadagna molti falli che permettono alla squadra di respirare. Ha anche una buona occasione sul finale di frazione ma Perin lo chiude in maniera tempestiva. Nella ripresa ci prova un paio di volte ma è ancora troppo frenetico (dal 74′ Giacomo RASPADORI 7: entra ed è subito decisivo siglando il gol del 2-1 incornando alla perfezione un cross perfetto di Boga. Futuro).

Jeremie BOGA 6,5: nel primo tempo è completamente assente. Al 52′ sblocca il match con un gran gol ma dà l’impressione di non essere ancora la top della forma. Non punta quasi mai l’uomo e spesso perde palloni sanguinosi. Poi ha un lampo e mette un pallone perfetto sulla testa di Raspadori che vale il 2-1. Luci ed ombre.

Francesco CAPUTO 5,5: spreca subito una buona occasione al 5′ mancando il tocco sotto porta, ma al 42′ mette Djuricic davanti alla porta con una grandissima giocata. Si vede che è ancora in ritardo di condizione, ma qualche miglioramento inizia a vedersi (dal 58′ Hamed TRAORE 6,5: è il migliore dei subentrati. Vivace, scattante e sempre nel vivo dell’azione sacrificandosi anche in fase difensiva. Serve a Defrel un cioccolatino che il francese spreca mandando il pallone sul palo. Se continua così può diventare l’uomo in più che ultimamente sta mancando).

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

cinque sostituzioni

Serie A 2021/2021: la FIGC conferma le cinque sostituzioni

Con un comunicato la FIGC ha ufficializzato la possibilità di effettuare cinque sostituzioni anche durante la …