sabato , 25 settembre 2021
Home / Campionato / Le pagelle di Crotone-Sassuolo 1-2: Berardi e Caputo regalano tre punti ai neroverdi

Le pagelle di Crotone-Sassuolo 1-2: Berardi e Caputo regalano tre punti ai neroverdi

Le pagelle di Crotone-Sassuolo 1-2

Andrea CONSIGLI, 6: non può nulla sul gol di Ounas, mentre è provvidenziale in uscita su Pedro Pereira. Rischia di combinarla grossa sbagliando l’uscita su un cross di Ounas ma il fallo subito da Djidji lo salva. Nella ripresa è attento su un cross insidioso di Petriccione.

Mert MULDUR, 6,5: l’impressione è che si sia preso di forza la titolarità sull’out di destra. Spinge moltissimo e dimostra di avere tanto feeling con Berardi. Concentrato anche in fase difensiva, non soffre mai la spinta di Reca e si porta a casa l’ennesima buona prestazione. Si vede anche annullare un gol per una leggera spinta (dall’88’ Jeremy TOLJAN, SV).

MARLON, 6: prova solida del difensore brasiliano. Contiene bene Di Carmine e non lo fa mai girare, sbaglia poco anche in fase d’impostazione. Gestisce bene anche il concitato finale. Un muro.

Federico PELUSO, 5: si fa scherzare da Ounas sul gol del pareggio cadendo in maniera goffa e si becca il giallo dopo un brutto intervento su Messias. Meglio nella ripresa con qualche buona chiusura, ma non vale la sufficienza. Rivedibile.

ROGERIO, 6: spinge meno rispetto al solito e si perde l’inserimento che permette a Pedro Pereira di presentarsi davanti a Consigli. Tiene bene a bada gli esterni del Crotone e dimostra ancora perché De Zerbi scelga sempre lui. Sicurezza.

Manuel LOCATELLI, 6,5: poco appariscente nel primo tempo, nella ripresa parte meglio e si guadagna il calcio di rigore che Caputo realizza. Si fa notare più in fase difensiva che in quella offensiva, ma quando la palla passa dai suoi piedi il Sassuolo dorme sonni tranquilli. Solido.

Francesco MAGNANELLI, 6: alla mezz’ora serve un gran pallone in profondità a Caputo, poi incarna a tutti gli effetti il ruolo di capitano incitando i propri compagni dopo il gol del pareggio. Molto più in palla rispetto alle ultime uscite, anche lui in crescita (dal 72′ Pedro OBIANG, 6: pulito, ordinato e preciso).

Domenico BERARDI, 7,5: rischia subito con una sbracciata su Reca non sanzionata dall’arbitro, poi al 14′ stappa la partita con un gol dei suoi: rientra sul mancino e infila Cordaz sul suo palo. Poi la solita partita alla Berardi: tocca tantissimi palloni ed è sempre nel vivo del gioco. Dai suoi piedi partono sempre le conclusioni più pericolose dei neroverdi. È tornato (dall’88’ Kaan AYHAN, SV)

Maxime LOPEZ, 5,5: in ombra per tutto il primo tempo. Soffre moltissimo la fisicità dei centrocampisti e dei difensori rossoblu. Un po’ più attivo nel secondo tempo ma al 56′ spreca una grande occasione dopo un errore della difesa del Crotone (dal 62′ Hamed Junior TRAORÈ, 6: ci mette un po’ a carburare ma quando si accende è sempre insidioso).

Filip DJURICIC, 6,5: da una sua grandissima giocata nasce l’azione che porta al gol del vantaggio di Berardi, mentre al 38′ mette fuori da distanza ravvicinata una conclusione di Berardi deviata da un difensore rossoblu. Nella ripresa si rende protagonista di molte giocate che mettono in difficoltà  la difesa dei calabresi dimostrando di essere cresciuto di condizione. Centro di gravità.

Francesco CAPUTO, 6,5: è suo il primo tiro verso la porta del Crotone. Gioca tanto per la squadra e alla mezz’ora ha l’occasione per riportare in vantaggio i suoi ma spara a lato. A sorpresa, al 49′ si presenta dal dischetto e non sbaglia riportando in vantaggio i suoi (dal 72′ Gregoire DEFREL, 6: entra in maniera intraprendente e si rende utile alla squadra. Un fedelissimo).

Roberto DE ZERBI, 6,5: il Sassuolo parte forte e va subito in vantaggio, poi, però, si spegne e subisce il gol del pareggio. Nel secondo tempo i suoi ragazzi partono forte e si riportano in vantaggio vincendo il match. In panchina soffre moltissimo perché sa l’importanza del match ma alla fine esce soddisfatto e con i tre punti, la cosa più importante oggi.

 

 

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Martino Cozzi

Appassionato di calcio sin da piccolo. Ha trovato in Canale Sassuolo la redazione su misura per lui nella quale poter coltivare il suo sogno: vivere raccontando il gioco più bello del mondo!

Potrebbe Interessarti

sassuolo salernitana

Serie A, domenica c’è Sassuolo-Salernitana: nel segno di Franck Ribery

La 6^ giornata di Serie A vede lo scontro tra Sassuolo e Salernitana, match in …