lunedì , 5 Dicembre 2022
sassuolo istituto garibaldi
foto: sassuolocalcio.it

Il Sassuolo ospita i ragazzi dell’Istituto Regionale Garibaldi per i ciechi

Nel pomeriggio di ieri, il Mapei Football Center ha aperto le porte ai ragazzi con disabilità visiva iscritti all'”Istituto Regionale Giuseppe Garibaldi per ciechi” di Reggio Emilia.

In apertura, si è tenuto in sala stampa un incontro formativo dal titolo “Lo sport oltre ogni limite” con relatori il Presidente dell’Istituto Stefano Tortini e gli sportivi non vedenti Marco Ferrigno e Andrea Lazzarini, quest’ultimo atleta della Nazionale italiana di Showdown. Le loro testimonianze sono state preziose ed hanno incoraggiato i ragazzi presenti in sala e le loro famiglie ad affacciarsi al mondo dello sport senza lasciarsi condizionare dalle difficoltà e dai sacrifici. Dopo i saluti iniziali del Presidente Carlo Rossi, dell’AD Giovanni Carnevali e della Presidentessa onoraria Betty Vignotto, è stato dato spazio ad una riflessione sul tema dell’inclusività nello sport e sul  modo in cui le discipline sportive possano diventare ancora più accessibili.

E’ stata anche l’occasione per ufficializzare una donazione fatta dal Club neroverde a favore dell’Istituto, donazione la cui finalità sarà quella di sostenere le attività e implementare le attrezzature sportive a disposizione del “Garibaldi”. A sorpresa, sono, inoltre, intervenuti alcuni calciatori e calciatrici delle Prime Squadre neroverdi che hanno suscitato l’entusiasmo dei ragazzi.

Il secondo momento ha visto protagonista il campo in sintetico “A. Spazzoli” dove è stata installata una serie di stazioni ludiche con attrezzatture speciali: il tavolo da Showdown (disciplina sportiva simile all’air hockey), il Tatami per una dimostrazione di Judo e Karate, una postazione per gli scacchi e possibilità di tiri in porta con protagoniste le calciatrici neroverdi. Nel corso delle varie attività c’è stata la gradita visita del Presidente FIP, Gianni Petrucci, che si è intrattenuto con i responsabili dell’Istituto. Non ha voluto mancare all’incontro anche Mister Dionisi che si è lasciato coinvolgere nelle varie esercitazioni sul campo insieme ai ragazzi.

Ancora una volta il Sassuolo Calcio si è dimostrato sensibile alle istanze provenienti dal territorio e si è attivato in maniera concreta per rendere quanto mai inclusivo il concetto di “famiglia neroverde”.

Stefano Tortini, Presidente Istituto Garibaldi: “Per l’Istituto sono giornate straordinariamente importanti, soprattutto per i ragazzi: lo sport è uno strumento fondamentale per la loro inclusione, nella scuola e nella vita. E’ importante per noi continuare a fornire ai ragazzi percorsi di questo tipo. Il Sassuolo è una società che ha manifestato grande disponibilità e sensibilità verso le persone con disabilità, in questo caso visiva: ci ha sostenuto e aiutato a portare avanti l’avvicinamento allo sport dei nostri ragazzi. Ringraziamo la società e tutti coloro che si sono adoperati, sia per questa giornata sia per aiutarci a portare avanti i nostri progetti. Vogliamo lanciare un messaggio di rassicurazione alle famiglie, a coloro che hanno bimbi o bimbe non vedenti, perché è possibile affrontare in maniera positiva la vita, da attori, affidandosi alle professionalità necessarie. Come Istituto vogliamo dare il massimo come servizio, con umiltà ma anche con qualità e professionalità, nel supporto educativo scolastico e post-scolastico”.

Andrea Fabris, Direttore Organizzativo Sassuolo: “Questa giornata ci apre il cuore, fa bene ai ragazzi che sono qui e alle loro famiglie che devono affrontare queste difficoltà oggettive. Con l’Istituto per ciechi di Reggio collaboriamo già da tempo, ma questo momento di partecipazione per noi è significativo: c’è stata la presenza di alcuni giocatori della prima squadra, del mister, oltre che del nostro Presidente e dell’AD. Portiamo a casa questa bellissima giornata”.

Alessandro Terzi, Responsabile Settore Femminile Sassuolo: “E’ una collaborazione che ha una storia molto lunga ed inizia con la nostra attività nel calcio femminile: nel 2016 cercavamo un impianto dove far allenare la nostra squadra a Reggio Emilia e abbiamo trovato l’impianto di Rivalta, di proprietà dell’Istituto. Non conoscevamo l’Istituto e le sue attività, ma dopo svariati anni devo dire che è nato un bel rapporto e una grande amicizia. A Rivalta ci troviamo a casa nostra e oggi abbiamo voluto organizzare questa giornata con i ragazzi dell’Istituto Garibaldi per dare loro la possibilità di giocare nel nostro centro sportivo; alle nostre ragazze, di apprendere direttamente un mondo nuovo”.

Segui CS anche su Instagram!

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Appassionato di calcio e di sport in generale, ho deciso di condividere la passione per il Sassuolo e per la scrittura con Canale Sassuolo. In redazione curo la sezione del settore giovanile. Per contattarmi, scrivere a settoregiovanile@canalesassuolo.it.

Potrebbe Interessarti

neri dopo sassuolo ternana

CS – Under 16, Neri dopo Sassuolo-Ternana 4-0: “Non avevo dubbi sulla prestazione di oggi”

Questo pomeriggio, sul sintetico dello Spazzoli del Mapei Football Center, il Sassuolo Under 16 ha …