martedì , 20 ottobre 2020
Home / Campionato / Focus on Sassuolo-Juventus: precedenti, curiosità e gli ex della gara
Andrea Consigli
foto: repubblica.it

Focus on Sassuolo-Juventus: precedenti, curiosità e gli ex della gara

Domenica assisteremo alla quarta giornata di campionato e in particolare alla sfida tra il Sassuolo e la Juventus. In questa gara, il club emiliano proverà a frenare la corsa dei campioni d’Italia, cercando di sfruttare il momento negativo della Signora, uscita provata dalla dura sconfitta rimediata in Champions contro il Barcellona.

La formazione campione d’Italia non ha bisogno di presentazioni: prima in classifica a punteggio pieno insieme a Napoli e Inter. Il suo giocatore più prolifico e pericoloso è senza dubbio Paulo Dybala, che ha finora timbrato il cartellino in tutte e tre le prime giornate e guida la classifica marcatori insieme a Mauro Icardi con 5 reti.

Lo scorso anno, il Sassuolo è uscito sconfitto sia all’andata che al ritorno. Nella partita del Mapei, alla terza di ritorno, i neroverdi subirono un secco 0-2 ad opera di Khedira e Higuain, in una partita decisamente a senso unico.

Leggi anche > LIROLA: “POSSIAMO FAR MALE ALLA JUVE, MA SERVE UNA PARTITA PERFETTA”

Il bilancio totale delle sfide tra piemontesi e neroverdi è di otto partite, con sei vittorie della Juve, una del Sassuolo e un pareggio. Tuttavia, se ci concentriamo sulle sole gare giocate al Mapei Stadium, possiamo notare come la statistica sorrida alla squadra di Bucchi con un bilancio meno negativo: una vittoria, un pareggio e due sconfitte. In tre occasioni, inoltre, il Sassuolo è passato in vantaggio per primo – e due volte con Simone Zaza, che avrebbe poi vestito anche la maglia bianconera.

Sono cinque (più uno) gli ex della gara: Alessandro Matri, Pol Lirola, Federico Peluso, Francesco Cassata e Rogério, ai quali si va ad aggiungere Massimiliano Allegri.

Il terzino spagnolo del Sassuolo, arrivato in bianconero nel gennaio 2015, è tuttora legato alla società piemontese, che detiene la proprietà del suo cartellino. Lirola – che ha vestito la maglia della Primavera juventina per una stagione e mezza – tornerà in bianconero nell’estate 2017, quando terminerà il suo prestito al Sassuolo.

Leggi anche > ROMEO (JUVENTIBUS): “LA JUVE ARRIVERA’ AGGUERRITA MA IL SASSUOLO VENDERA’ CARA LA PELLE”

Anche Federico Peluso ha vissuto una stagione e mezza in maglia bianconera, dove arrivò in prestito dall’Atalanta nel gennaio 2013. A Torino, il difensore neroverde ha esordito in Europa, portandosi a casa due campionati di serie A e una Supercoppa Italiana, collezionando un totale di 31 presenze e 2 reti prima di essere ceduto al Sassuolo nell’estate 2014.

L’ex per eccellenza è senz’altro Alessandro Matri. Il numero 10 del Sassuolo ha vestito la maglia della Juve dal gennaio 2011 all’estate 2013, e poi ancora nella seconda parte della stagione 2014-15. Con 92 presenze e 31 reti in bianconero, Mitra Matri ha potuto collezionare tre campionati, due Supercoppe Italiane e una Coppa Italia vinta da protagonista assoluto.

Francesco Cassata è invece passato in neroverde dopo un anno di prestito all’Ascoli. Sul suo cartellino, di proprietà del Sassuolo, la Juve detiene un diritto di ricompra, simile a quello esercitato dalla Roma per Lorenzo Pellegrini. Il giovane terzino brasiliano Rogério, invece, è totalmente di proprietà di Madama: si trova a Sassuolo in prestito annuale, il secondo dopo la parentesi della seconda parte della stagione 2015-16.

Leggi anche > ITALIA UNDER 16: ANCHE VITALE TRA I CONVOCATI

Quando si parla di Sassuolo-Juventus, è impossibile non citare Domenico Berardi, sempre al centro di polemiche e voci di mercato a riguardo. Il cartellino dell’attaccante calabrese è al momento di proprietà esclusiva del Sassuolo, nonostante in passato i due club avessero posto in essere una (ora risolta) compartecipazione nell’affare comprendente anche Luca Marrone.

Terminiamo infine con la storia di Massimiliano Allegri. L’attuale coach bianconero ha allenato gli emiliani nella stagione 2007-08, in serie C1. Arrivato in neroverde dopo essere stato seduto sulle panchine di Aglianese, Spal e Grosseto, il tecnico livornese condusse il Sassuolo alla vittoria del campionato e quindi alla prima promozione in serie B della storia.

Nella stessa stagione conquistò anche la Supercoppa della Lega Pro ai danni della Salernitana e la Panchina d’Oro di categoria. Prima di accasarsi al Cagliari, Max Allegri ha guidato il Sassuolo per un totale di 42 gare, con 23 vittorie, 6 pareggi e 13 sconfitte.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

sassuolo torino tabellino

Serie A, biglietti Sassuolo-Torino: da oggi la prevendita sul sito del Sassuolo

E’ aperta dalle 15 di oggi la prevendita dei biglietti per assistere a Sassuolo-Torino, match …