mercoledì , 21 ottobre 2020
Home / Campionato / Focus on Fiorentina-Sassuolo: precedenti e curiosità
foto: ansa

Focus on Fiorentina-Sassuolo: precedenti e curiosità

Domani sera all’Artemio Franchi di Firenze il Sassuolo sfiderà la Fiorentina di Paulo Sousa nella partita valida per la sedicesima giornata di serie A. Nell’ultimo match di campionato, i gigliati hanno ospitato il Palermo, battuto per 2 a 1. Sono sei i punti di distacco in classifica tra i viola (23) e i neroverdi (17).

Nei sei gare precedenti tra le due formazioni possiamo contare tre vittorie dei toscani, una del Sassuolo e due pareggi. Se restringiamo il campo alle sfide disputate a Firenze, possiamo contare una vittoria, un pareggio e una sconfitta per Magnanelli e compagni. Bomber della sfida è ovviamente Domenico Berardi, con un totale di 5 reti messe a segno contro la Fiorentina.

Lo scorso anno, dopo un pareggio con un gol a testa al Mapei Stadium, a Firenze finì rocambolescamente 3 a 1 per i padroni di casa. Dopo una rete di Gonzalo Rodriguez (e un’uscita non impeccabile di Consigli), nel secondo tempo arrivò il pareggio di Berardi ma, dopo un minuto, Ilicic riportò i suoi in vantaggio. Sulla rete che fissò poi il risultato Consigli svirgolò un retropassaggio di Adjapong che finì incredibilmente nella porta neroverde.

Leggi anche > VERSO FIORENTINA-SASSUOLO: IL MATCH VISTO DA FIORENTINANEWS.COM

acerbi-babacar-sassuolo-fiorentina-ansa
foto: ansa

Tre gli ex della partita, tutti con indosso la maglia neroverde. Il primo è Pietro Iemmello, che nel vivaio viola è cresciuto dall’età di 14 anni. L’attaccante calabrese ha fatto la trafila delle squadre giovanili della Fiorentina, senza mai arrivare in prima squadra ma togliendosi la soddisfazione di vincere una Coppa Italia Primavera, un Campionato Allievi Nazionali e un Torneo di Viareggio.

Per Firenze è anche passato il capitano Francesco Magnanelli, all’epoca 19enne. Era la stagione 2003-04 e la squadra toscana militava in serie B per “meriti sportivi” dopo la risalita dalla C2. Magnanelli non riuscì ad esordire e l’anno dopo fu ceduto alla Sangiovannese.

L’unico che invece in prima squadra è riuscito a giocare e anche da titolare è Alessandro Matri, che dopo un deludente inizio stagione nel Milan, passò in prestito nei viola la seconda parte della stagione 2013-14. Dopo 21 presenze e 5 gol l’attaccante fece ritorno ai rossoneri prima di cominciare un’altra lunga sequela di cessioni a titolo temporaneo.

Leggi anche > VERSO FIORENTINA-SASSUOLO: ARBITRA FABBRI

foto: ansa
foto: ansa

Dando un occhio alle panchine, Paulo Sousa e Di Francesco si sono incrociati solo due volte (la scorsa stagione), con una vittoria in favore del portoghese e un pareggio.

Il tecnico lusitano, dopo una carriera da calciatore in grandi squadre come Benfica, Sporting Lisbona, Juventus, Inter e Borussia Dortmund, ha intrapreso la carriera di allenatore nel 2005 nelle giovanili della nazionale portoghese. Come squadra di club, ha cominciato in Inghilterra nel QPR di Flavio Briatore, poi nello Swansea e nel Leicester.

Nel 2011 si è seduto sulla panchina degli ungheresi del Videoton, dove è rimasto per quasi due stagioni vincendo una coppa d’Ungheria e due supercoppe di lega. Passato al Maccabi Tel Aviv nel 2013-14 ha avuto il tempo di vincere un altro campionato in Israele e poi in Svizzera (sulla panchina del Basilea) la stagione dopo. Allena la Fiorentina dal 2015.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Giornalista beneventano ma neroverde, mancino e grafomane. Sempre attento a tutto ciò che gli cambia attorno, ma con leggerezza. Prova a dare la sua visione sul mondo del Sassuolo

Potrebbe Interessarti

Torino-Sassuolo, Gian Marco Ferrari

Focus on Sassuolo-Torino: precedenti, curiosità, statistiche, quote scommesse, ex della partita e highlights dell’ultima volta

Torna il campionato: Venerdì 23 ottobre 2020 alle ore 20.45 si giocherà Sassuolo-Torino, sfida valida …